Benessereblog Salute Quali sono le complicanze del diabete?

Quali sono le complicanze del diabete?

Quali sono le complicanze del diabete?

Il diabete è una malattia che può provocare diverse complicanze e conseguenze, specialmente se non viene curato in maniera adeguata. Secondo le stime, solo in Italia sono circa 5 milioni le persone che soffrono di questa malattia. Purtroppo le conseguenze del diabete possono essere molto gravi. Normalmente queste si dividono in complicanze acute e complicanze croniche.

Le prime interessano soprattutto le persone con diabete di Tipo 1 (detto anche “insulino-dipendente” o autoimmune), e si manifestano in seguito a una carenza o assenza di insulina.

Le conseguenze croniche del diabete interessano maggiormente le persone con la forma di “Tipo 2”, e possono colpire diversi organi. In questo articolo vedremo quali sono le più comuni conseguenze croniche, e scopriremo i fattori di rischio modificabili.

Le complicanze del Diabete di tipo 2

Sintomi del Diabete

Il diabete di Tipo 2 non curato può provocare delle conseguenze che interesseranno diversi organi. Fra quelle più comuni si segnalano:

  • Conseguenze oculari: in presenza di livelli elevati di glucosio nel sangue, molti pazienti con diabete possono soffrire di retinopatia, ovvero una lesione dei vasi sanguigni che interessa la parte posteriore dell’occhio. Se non trattata, questa condizione può portare alla perdita della vista.
  • Conseguenze cardiovascolari: queste spesso si manifestano a distanza di circa 10 anni dalla diagnosi di diabete, e rappresentano uno dei più grandi rischi per i pazienti affetti da questa malattia.
  • Disturbi ai reni, con il possibile sviluppo di insufficienza renale cronica e nefropatia diabetica, dovuta a un inadeguato funzionamento di questi organi.
  • Malattie del sistema nervoso, come la neuropatia, una condizione che causa intorpidimento e formicolio agli arti, perdita di sensibilità e ulcerazioni alla pianta dei piedi. Questa condizione può aprire la strada al cosiddetto “piede diabetico” (o piede neuropatico).
  • Problemi che colpiscono il sistema neurovegetativo, e che possono causare disturbi gastrointestinali, vescicali e disfunzione erettile.
  • Depressione: a lungo andare, il diabete risulta associato anche a un maggior rischio di depressione. La gestione della malattia e la costante attenzione nei confronti della propria salute, rischiano infatti di influenzare negativamente la salute psicologica del paziente.

Come prevenire le complicazioni del diabete?

Per prevenire il rischio di queste e altre complicanze, è importante conoscere i fattori di rischio. Oltre a quelli non modificabili (come età, etnia e familiarità), ve ne sono infatti altri sui quali possiamo agire. Per proteggere la salute del paziente sarà dunque importante:

  • Mantenere un sano peso corporeo
  • Controllare i valori della glicemia, della pressione sanguigna e del colesterolo
  • Condurre una vita attiva
  • Mangiare in modo sano ed equilibrato
  • Sottoporsi alle consuete visite di controllo
  • Assumere i farmaci seguendo alla lettera le indicazioni del medico.

via | Onetouch
Foto di Tesa Robbins da Pixabay
Foto di Welcome to all and thank you for your visit ! ツ da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social