Benessereblog Benessere Genitori e figli Psicologia, la depressione può passare dalla madre alle figlie?

Psicologia, la depressione può passare dalla madre alle figlie?

La depressione può “passare” dalla madre alle figlie. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Psicologia, la depressione può passare dalla madre alle figlie?

La depressione potrebbe essere tramandata di madre in figlia. Questo è quanto emerge da una ricerca ad opera della University of California-San Francisco, i cui membri hanno esaminato un campione di 35 famiglie, in cui nessuno aveva ricevuto una diagnosi di depressione. Il team ha misurato il volume della materia grigia (GMV) nel sistema cortico-limbico dei genitori e dei figli, utilizzando una risonanza magnetica.

Il sistema corticolimbico è la struttura del cervello che regola cambiamenti di umore e depressione, e comprende ippocampo, amigdala, corteccia cingolata anteriore e corteccia prefrontale ventromediale. Disturbi dell’umore come depressione e ansia si riflettono nei cambiamenti di tale sistema, ed analizzando i dati sarebbe emersa un’importante somiglianza tra i volumi della materia grigia del sistema corticolimbico di madri e figlie, e una minore somiglianza per quanto riguarda invece quelli di padri e figli (sia maschi che femmine) o madri e figli.

Molti fattori giocano un ruolo nella depressione.

spiegano però gli autori della ricerca

Geni che non sono ereditati dalla madre, ambiente sociale, ed esperienze di vita, per citarne tre; la trasmissione madre-figlia è solo una parte di essa.

via | Medicalnewstoday.com

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Quali sono le 4 fasi del burnout
Psicologia

Il burnout è una forma di stress da lavoro correlato, che può essere cronica e persistente, una sindrome che attraversa quattro fasi: Entusiasmo idealistico, Stagnazione, Frustrazione, Disimpegno. A lungo andare i sintomi peggiorano e potremmo essere portati a pensare di non essere all’altezza e di voler lasciare quel lavoro che non segue le aspettative che avevamo all’inizio. Alla lunga può rendere la vita un inferno, meglio affidarsi a uno psicologo o uno psicoterapeuta.