Benessereblog Salute Prevenire la depressione: un aiuto dalla scienza

Prevenire la depressione: un aiuto dalla scienza

Prevenire la depressione: un aiuto dalla scienza

Un nuovo studio condotto dai membri del Danish iPSYCH rivela che le persone che hanno una propensione genetica corrono un maggiore rischio di soffrire di depressione rispetto a coloro che hanno una bassa propensione. Questa nuova consapevolezza potrebbe essere utilizzata per rafforzare gli sforzi preventivi per identificare coloro che sono a rischio.

Per il loro studio, gli esperti hanno seguito un campione di 34.500 danesi per un periodo di 20 anni, e hanno misurato il loro rischio genetico per lo sviluppo della depressione.

Lo studio ha dimostrato che il rischio di essere trattati per la depressione in un ospedale psichiatrico era più di due volte e mezzo maggiore per le persone con un alto punteggio di rischio poligenico. La parola “poligenetica” indica che la malattia non è collegata a un solo gene, ma a molti geni, e significa quindi che ci sono molti geni che determinano se una persona sarà predisposta o meno allo sviluppo della depressione.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista JAMA Psychiatry, ed i suoi autori si augurano che utilizzando le informazioni genetiche, insieme ai noti fattori di rischio ambientali, saremo in grado di sviluppare metodi migliori per identificare le persone che sono a rischio di sviluppare la depressione.

Tuttavia, i risultati mostrano anche che la relazione tra genetica e malattia mentale è complessa. Non esiste un “gene della depressione” e anche quelli con la massima propensione genetica non necessariamente svilupperanno la malattia.

via | MedicalXpress
Foto da iStock

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Allergia alle punture di zanzare: rimedi
Malattie

L’allergia alle punture di zanzare non è molto comune, ma è potenzialmente pericolosa: vediamo quali sono i rimedi naturali e non più efficaci.