Ora legale, come sfruttare al meglio le giornate più lunghe

Ora legale, come sfruttare al meglio le giornate più lunghe

Ora legale, come sfruttare al meglio le giornate più lunghe approfittando delle ore di luce diurna extra e delle temperature più miti.

Domenica 28 marzo avremo a che fare con l’ora legale: il cambio dell’orario, con il contestuale spostamento avanti di un’ora delle lancette dell’orologio, ci regalerà ore extra di luce diurna. Tempo che possiamo sfruttare per migliorare la nostra salute mentale ed emotiva. L’esposizione alla luce solare attiva il neurotrasmettitore serotonina, che è collegato al miglioramento dell’umore e delle sensazioni di calma e concentrazione. Perché non trarre vantaggio da tale nuova situazione per passare più tempo fuori casa? Già, perché bassi livelli di serotonina sono spesso collegati ad un maggiore rischio di depressione. Non è un caso che gran parte dei farmaci antidepressivi abbiano come effetto proprio quello di agire su tale neurotrasmettitore.

Ora legale, come sfruttare al meglio le giornate più lunghe

Come sfruttare il cambio dell’ora per migliorare l’umore

L’ora legale ed il conseguente aumento delle ore di luce solare durante il giorno, ci fornisce più tempo per poter stare all’aria aperta, godere del sole e delle temperature miti. Ed allora, mentre ci adattiamo al cambio di orario, possiamo pianificare di svolgere giornalmente un’attività all’aperto, magari al mattino. Come una passeggiata, una camminata veloce, un giro in bicicletta o una corsetta. Oppure passare la pausa pranzo nel parco sotto l’ufficio, o dedicarci alla lettura di un libro mentre prendiamo un po’ di sole. Chi, invece, all’attività fisica preferisce qualcosa di manuale, può dedicarsi al giardinaggio.

Siamo abituati a collocare idealmente i picnic in primavera. Ed anche se quest’anno – causa Covid – non sarà così semplice organizzarne uno in compagnia, si può sempre pensare di preparare dei panini e andare a mangiarli nella più prossima area verde per poi tornare ai propri doveri (lavorativi o casalinghi che siano). Interrompere la monotonia della giornata con un break all’aria aperta non può che avere un impatto positivo sul nostro umore. Laddove possibile (sempre Coronavirus permettendo), si può sfruttare ogni piccola possibilità per incontrare un amico all’aperto, anche solo per mangiare un tramezzino o andare a correre, e magari farla diventare una routine un paio di volte alla settimana. Non sottovalutiamo il fatto che più luce diurna possa tramutarsi nella possibilità di entrare in contatto con amici che non abbiamo visto per lunghi mesi a causa della pandemia.

Via | healthline.com 

Photo | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog