Benessereblog Salute Malattie Mers, 12 cose da sapere sulla sindrome respiratoria mediorientale da coronavirus

Mers, 12 cose da sapere sulla sindrome respiratoria mediorientale da coronavirus

Il contagio, i sintomi e le complicanze

Mers, 12 cose da sapere sulla sindrome respiratoria mediorientale da coronavirus

Un tempo l’hanno chiamata “nuova Sars”, ma oggi fa parlare di sé con il suo nome proprio, Mers. A riportare l’attenzione sulla sindrome respiratoria mediorientale da coronavirus sono le recenti infezioni segnalate in Corea. Ma di cosa di tratta esattamente? Ecco le cose da sapere su questa malattia.

  1. La Middle East Respiratory Syndrome (Mers) è una malattia infettiva.
  2. A causarla è il virus MERS-CoV (Middle East Respiratory Syndrome Coronavirus).
  3. La Mers colpisce l’apparato respiratorio.
  4. I sintomi principali sono tosse, fiato corto e febbre, cui possono associarsi brividi, mal di gola, mal di testa, dolori muscolari, nausea, vomito e diarrea.
  5. La situazione può peggiorare portando a gravi complicazioni respiratorie (ad esempio polmonite) o insufficienza renale.
  6. Il contagio avviene per stretto contatto con persone infette o cammelli portatori del virus.
  7. Si pensa che il virus utilizzi come veicolo le secrezioni respiratorie. Potrebbe quindi essere trasmesso con un semplice colpo di tosse.
  8. L’incubazione dura 5-6 giorni, ma può variare tra 2 e 14 giorni.
  9. Le persone più a rischio di contagio sono quelle a stretto contatto con i malati o con i cammelli.
  10. Sono fattori di rischio i viaggi nelle zone in cui sono stati riportati più casi di Mers, in particolare la penisola araba e la Corea.
  11. Non esiste un vaccino in grado di prevenire l’infezione.
  12. Non esiste una cura specifica contro il MERS-CoV.

Via | CDC

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Come combattere la sarcopenia
Malattie

Per combattere la sarcopenia, è fondamentale adottare un approccio multifattoriale. L’esercizio fisico regolare, che includa attività di resistenza e forza, stimola la crescita e mantiene la funzionalità muscolare. Una dieta bilanciata, ricca di proteine di alta qualità, vitamine e minerali, favorisce la sintesi proteica muscolare. Mantenere uno stile di vita attivo, evitando il sedentarismo, contribuisce a preservare la salute dei muscoli.