Benessereblog Benessere Mascherina: chi la indossa è meno ansioso e depresso secondo uno studio

Mascherina: chi la indossa è meno ansioso e depresso secondo uno studio

Mascherina: chi la indossa è meno ansioso e depresso secondo uno studio

Arriva dal Regno Unito un affascinante risultato di uno studio, che dà un punto bonus inatteso alla mascherina filtrante e al suo utilizzo regolare. Da quando il Coronavirus è entrato nella nostra quotidianità, molti atteggiamenti e comportamenti sono cambiati. La prevenzione, in attesa di cure e vaccino per il Covid-19, è diventata infatti l’arma migliore per difendersi.

In questo scenario la mascherina è diventata l’oggetto irrinunciabile delle nostre giornate, l’accessorio che aiuta a proteggere noi stessi e gli altri dal contagio. Da una prestampa apparsa sul sito medRxiv, che archivia rapporti rapporti scientifici non ancora revisionati e pubblicati su riviste, i benefici delle mascherine ne escono rinnovati. E non solo sotto il profilo della salute fisica.

Tra aprile e giugno 2020, i ricercatori del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Edimburgo hanno raccolto dati molto particolari. Le risposte degli 11mila partecipanti ai sondaggi CovidLife, hanno fatto emergere una linea interessante. Ossia che chi indossava regolarmente la mascherina, risultava essere meno ansioso e depresso e in generale con una salute mentale migliore di chi non lo faceva.

Il progetto CovidLife è nato per volere dell’ateneo scozzese, che ha voluto prendere in analisi lo stato di malessere della nazione a causa della pandemia.

I risultati della ricerca scozzese sull’uso della mascherina

Il team di studiosi, coordinati dal dottor Drew Altschul, ha quindi fatto luce sui dati e scoperto questa particolare relazione tra uso di mascherina e benessere mentale. Secondo la ricerca, chi ha ammesso di inforcarla con costanza, aveva il 58% in meno di probabilità di sentirsi ansioso rispetto agli altri. E addirittura il 25% in meno di possibilità di mostrare segni depressivi.

Anche il rischio di sentirsi soli è risultato essere del 67% inferiore. Un risultato che dimostra da una parte quanto il Coronavirus sia condizionante a livello mentale, dall’altra quanto l’uso dei dispositivi di prevenzione sia importante. Non solo per ridurre il contagio, ma anche per affrontare la quotidianità con meno paranoia.

E quindi con maggiore serenità emotiva e psicologica.

Via | ANSA

Foto | iStock

Seguici anche sui canali social