Benessereblog Salute Le funzioni del sistema linfatico, l’anatomia e i rischi del suo malfunzionamento

Le funzioni del sistema linfatico, l’anatomia e i rischi del suo malfunzionamento

Ecco alcune indicazioni utili in merito alla funzione del sistema linfatico ed alle conseguenze di un suo eventuale malfunzionamento

Le funzioni del sistema linfatico, l’anatomia e i rischi del suo malfunzionamento

Il sistema linfatico è un complesso di vasi linfatici attraverso i quali viene trasportata la linfa, ovvero una sostanza giallastra contenente le medesime caratteristiche del plasma, fatta eccezione per i globuli rossi, le piastrine e per una minore quantità di proteine. La linfa viene trasportata attraverso i vasi linfatici in un’unica direzione, ovvero dalla periferia fino ai lati nel collo, dove si trova la confluenza giugulo-succlavia. Il sistema linfatico è considerato il vero e proprio difensore della salute del nostro organismo, ma cosa potrebbe provocare un suo eventuale malfunzionamento? E quali sono i sintomi?

In primo luogo, scopriamo quali sono le effettive funzioni del sistema linfatico, a cominciare da quella di rimuovere i fluidi in eccesso dai tessuti. Un’altra funzione del sistema linfatico è quella di assorbimento degli acidi grassi e il trasporto di grasso verso il sistema circolatorio. Tale sistema è fondamentale anche per la produzione di monociti e linfociti (la cui importanza è stata descritta qui), e per il trasporto di Cellula APC dai tessuti fino ai linfonodi.

Infine, il sistema linfatico è fondamentale per la produzione di anticorpi da parte dei linfociti, e ricopre un ruolo cruciale nella prevenzione delle malattie. Detto questo, un malfunzionamento di questo organo potrebbe essere talvolta indice di un cattivo stile di vita. Stare sempre fermi nella stessa posizione e non svolgere alcuna attività fisica, sono solo alcune delle possibili cause di un sistema linfatico congestionato.

Le conseguenze sono senza dubbio allarmanti e da non sottovalutare: si può passare da semplice cellulite e mal di testa alla sinusite cronica e malattia cardiaca, da stanchezza cronica fino alla fibrosi cistica, infezioni virali, obesità, cancro, problemi alle orecchie e molto altro ancora.

via | Wikipedia, MyPersonalTrainer
Foto da Pixabay

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Tachifludec: quando e come assumerlo
Salute

A cosa serve il Tachifludec, quali sono i suoi principi attivi e quando va preso? Approfondiamo gli usi del farmaco in caso di mal di testa, mal di gola e tosse, la differenza che intercorre con la Tachipirina – con la quale ha in comune il paracetamolo – e le controindicazioni e gli effetti collaterali di uno dei migliori medicinali contro influenza, raffreddore e malanni stagionali in genere.