Benessereblog Salute Malattie Le cause della pressione alta e gli esami da fare

Le cause della pressione alta e gli esami da fare

Quali sono le principali cause della pressione alta? Perché si manifesta e quali sono i sintomi da riconoscere subito? Ecco tutto quello che c'è da sapere, anche in merito agli esami diagnostici che potrebbero essere consigliati.

Le cause della pressione alta e gli esami da fare

La pressione alta o ipertensione è una delle principali cause di malattie cardiache. Mai sottovalutare livelli di pressione arteriosa del sangue troppo alti, perché se la situazione diventa cronica il paziente potrebbe essere soggetto a malattie come coronaropatie, insufficienza cardiaca, colpi apoplettici, insufficienza renale e altri gravi malattie. L’ipertensione è considerata tale quando supera di gran lunga quella ritenuta nella media, 120 la massima e 80 la minima: è di grado 1 quando la massima è tra 140 e 159 e la minima tra 90 e 99, di Grado 2 quando la massima supera i 160 e la minima i 100.

La pressione alta si può presentare in caso di ipertensione primaria, non riconducibile a nessuna causa, di ipertensione secondaria, provocata da una patologia in corso come problemi ai reni, malformazioni cardiache congenite, tumori delle ghiandole surrenali, l’assunzione di farmaci come la pillola, l’assunzione di stupefacenti, senza dimenticare i fattori di rischio come l’età, aumenta con l’aumentare degli anni, la razza, molto frequente tra i neri, i precedenti famigliari.

L’ipertensione può essere presente anche in caso di obesità e sovrappeso, sedentarietà, vizio del fumo, uso eccessivo del sale in cucina, insufficienza di potassio e di vitamina D, abuso di alcol, stress, presenza di patologie croniche o lo stato di gravidanza nelle donne.

Alcuni pazienti con pressione alta non manifestano sintomi, mentre altri lamentano mal di testa sordo, giramenti di testa, naso che sanguina, ma di solito si presentano quando l’ipertensione è arrivata ad uno stadio avanzato.

La diagnosi della pressione alta si effettua principalmente con la misurazione della pressione tramite un cuscinetto gonfiabile e uno strumento di misura graduato, da eseguire presso il proprio medico di base, in pronto soccorso, ma anche dalla guardia medica e perfino in moltissime farmacie. Altri esami di routine per chi soffre di pressione alta sono l’esame delle urine e del sangue, l’elettrocardiogramma, mentre se la situazione peggiora potrebbero essere richiesti esami più approfonditi.

Via | Farmacoecura

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Pleurite: i sintomi da riconoscere subito
Malattie

La pleurite è un’infiammazione della pleura, una sottile membrana che riveste la cavità toracica e i polmoni. I sintomi più comuni sono dolore al petto, che può peggiorare con la tosse o con la respirazione profonda, e difficoltà respiratorie. Altri sintomi possono includere febbre, sudorazione notturna ed affaticamento. La pleurite può essere causata da un’infezione, come la polmonite, o da una malattia autoimmune. Alla comparsa dei primi segnali è opportuno contattare immediatamente il medico.