Benessereblog Salute La marijuana può aumentare il rischio del cancro ai testicoli

La marijuana può aumentare il rischio del cancro ai testicoli

La marijuana  può aumentare il rischio del cancro ai testicoli

L’uso di marijuana potrebbe aumentare il rischio di sviluppare un cancro ai testicoli. La notizia arriva dagli Stati Uniti dove il Cancer Research Center di Seattle ha condotto un’indagine su 369 uomini tra i 18 e i 44 anni d’età affetti da cancro ai testicoli e su 979 uomini della stessa fascia d’età ma non malati.

Il risultato dell’indagine ha mostrato che i consumatori abituali di marijuana sono maggiormente predisposti allo sviluppo del cancro. Il rischio appare maggiore tra gli uomini che hanno fatto uso di questa sostanza già prima dei diciotto anni, per più di dieci anni e più di una volta a settimana.

Si tratta del primo studio che cerca di mettere in relazione il consumo di marijuna con il cancro ai testicoli e proprio per questo c’è ancora molto da capire. Per il momento, la ricerca ha evidenziato un incremento del rischio per quel che riguarda il cancro ai testicoli detto nonseminoma che riguarda il 40% dei casi ed è più aggressivo e difficile da curare.

I ricercatori ricordano che l’uso cronico di marijuana può compromettere anche il sistema riproduttivo maschile diminuendo la qualità degli spermatozoi.

Via | Reuters
Foto | Flickr

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare