Benessereblog Benessere Influenza, miti e rimedi più comuni per combatterla

Influenza, miti e rimedi più comuni per combatterla

L'influenza sta arrivando anche per colpa dell'abbassamento delle temperature: come fare a prevenirla, o almeno a contenerne gli effetti?

Influenza, miti e rimedi più comuni per combatterla

L’influenza 2015 sta già mietendo le prime vittime e gli starnuti tendono a costringere a letto molte persone. Come si può prevenire un peggioramento, o addirittura evitare di ammalarsi pur stando a contatto con persone probabilmente infette? Basta il buonsenso: i virus dell’influenza si trasmettono a distanze fino a quattro metri e viaggiano ad una velocità elevatissima.

Con ciò non diciamo di sfuggire gli amici, ma semplicemente di lavarsi le mani dopo ogni contatto con persone che potrebbero covare l’influenza e arieggiare le stanze di casa per “liberarle” dalla presenza del virus. Inoltre è vera la credenza che ritiene i bambini i maggiori portatori, dei piccoli untori, perché contagiosi anche nei giorni successivi al picco del virus.


Tra gli altri miti e rimedi più comuni, promossi sin dalla notte dei tempi dalle nostre nonne, il virologo dell’Università Statale di Milano Fabrizio Pregliasco ha promosso le pezze bagnate e l’alcol etilico denaturato col quale strofinare il corpo per trovare sollievo in caso le temperature influenzali superino i 38 gradi. Impossibile rinunciare ad un buon sonno, che aumenta i livelli di cortisolo e permette all’organismo di ricaricarsi e sconfiggere il virus. Non è da meno, poi, il tradizionale brodino caldo di gallina: fornisce alte quote di aminoacidi e proteine, riscalda e rigenera l’organismo. Promossa anche la spremuta d’arancia, valida alleata per prevenire raffreddore e influenza e rinforzare il sistema immunitario, specie se arricchita con vitamina B.

Via | ADNKronos
Foto | Flickr

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Carbone vegetale, a cosa serve
Corpo

Da rimedio anti-gonfiore, il carbone vegetale è oggi diventato un ingrediente per pane, maschere di bellezza e dentifrici: questo rimedio naturale è conosciuto da molto tempo come trattamento per ridurre il gas intestinale, ma il carbone vegetale può essere usato anche per trattare intossicazioni e altri disturbi. Il rimedio va assunto per non più di 7 giorni e solo in casi particolari.