Benessereblog Salute Malattie Il caffè riduce anche il rischio di cancro del colon-retto

Il caffè riduce anche il rischio di cancro del colon-retto

Il caffè riduce anche il rischio di cancro del colon-retto

Il caffè riduce anche il rischio di cancro del colon-retto. A suggerirlo è un nuovo studio condotto dai membri della University of Southern California, studio che ha preso in esame un campione di oltre 5.100 uomini e donne con diagnosi di tumore del colon-retto, e un altro campione di 4.000 uomini e donne senza la malattia. I partecipanti hanno riferito il loro consumo giornaliero di caffè (di qualunque tipo, compreso quello istantaneo e quello decaffeinato), ed hanno fornito informazioni in merito ad altri fattori che potrebbero influenzare il rischio di questo tipo di tumore, compresa la storia familiare di cancro, la dieta, l’attività fisica e il vizio del fumo.

Abbiamo scoperto che bere il caffè è associato a un minor rischio di cancro del colon-retto, e più caffè si consuma, minore è il rischio

spiegano gli autori dello studio, secondo cui anche il moderato consumo di caffè (uno o due al giorno), sarebbe associato a una riduzione del 26% delle probabilità di sviluppare il tumore del colon-retto. Tale rischio tende a diminuire anche fino al 50% per i partecipanti che assumevano più di 2,5 porzioni di caffè al giorno (compreso quello decaffeinato).

Siamo stati un po’ sorpresi di vedere che la caffeina non sembra avere importanza. Ciò significa che la caffeina da sola non è responsabile delle proprietà protettive del caffè.

È invece probabile che caffeina e polifenoli agiscano insieme come antiossidanti, limitando la crescita di potenziali cellule tumorali del colon, o ancora che le melanoidine generate durante il processo di tostatura favoriscano le funzioni del colon, o che altre sostanze agiscano prevenendo il rischio di cancro e migliorando la difesa del corpo contro il danno ossidativo.

via | Eurekalert.org

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social