Benessereblog Bellezza Cura corpo Gua sha viso: le controindicazioni

Gua sha viso: le controindicazioni

La pratica del Gua Sha, una tecnica tradizionale cinese per massaggiare il viso con uno strumento di giada o altro materiale, può offrire diversi benefici per la pelle. Tuttavia, è importante conoscere anche le possibili controindicazioni. Le persone con disturbi della coagulazione del sangue, ematomi o lesioni cutanee aperte dovrebbero evitarla. Inoltre, può causare rossore temporaneo, sensibilità o irritazione della pelle, quindi è fondamentale prestare la massima attenzione.

Gua sha viso: le controindicazioni

Fonte immagine: Pexels

Dopo averne analizzato le virtù, affrontiamo le controindicazioni del Gua sha viso. Tale antica pratica cinese che ha guadagnato popolarità per i suoi presunti benefici sulla pelle e sul benessere generale, come qualsiasi trattamento non è priva di effetti collaterali e rischi, seppur minimi, che bisogna valutare. In questo articolo, ci preoccupiamo quindi di esplorare le potenziali controindicazioni associate alla Gua Sha viso fornendo informazioni utili sul suo corretto utilizzo.

Gua Sha viso: controndicazioni

La Gua sha viso è una tecnica che utilizza un raschietto di giada o di altro materiale per massaggiare il viso in modo da stimolare la circolazione e migliorare l’aspetto della pelle. Molti sostengono che questo trattamento possa ridurre le rughe, tonificare i muscoli del viso e alleviare la tensione. Tuttavia, nonostante come rimedio curativo naturale il Gua sha sia sicuro e non doloroso, è fondamentale considerare alcune controindicazioni prima di sottoporsi a questa pratica.

Pelle sensibile

Se avete la pelle sensibile o soffrite di condizioni cutanee come acne, eczema o rosacea, potreste doverla evitare o consultare un dermatologo prima di intraprenderla. La pressione esercitata dal raschietto potrebbe irritare ulteriormente la pelle o causare arrossamenti. Inoltre, le persone con lesioni aperte o infezioni cutanee attive dovrebbero sospendere la tecnica fino a quando la condizione non si sia definitivamente risolta.

Problemi di coagulazione del sangue

Prevedendo la pressione sulla pelle, le persone con problemi di coagulazione del sangue o che assumono farmaci anticoagulanti dovrebbero evitare questa pratica. La pressione eccessiva potrebbe causare ematomi o sanguinamento.

Lividi o sanguinamento

Considerato come comporti lo sfregamento o la raschiatura dell’epidermide con uno strumento di massaggio, può causare lo scoppio dei capillari vicino, provocando lividi, che di solito scompaiono entro un paio di giorni. Alcune persone sperimentano anche una rientranza temporanea della loro pelle dopo un trattamento Gua sha.

Reazioni allergiche

Il materiale del raschietto utilizzato nella Gua sha viso potrebbe causare reazioni allergiche in alcune persone. Ad esempio, se siete allergici al nichel o ad altri metalli presenti nel raschietto, potreste manifestare irritazioni cutanee. Per questo motivo è importante verificare i materiali utilizzati.

Gua sha viso le controindicazioni
Fonte: Pexels

Quante volte passare il Gua sha?

Tenendo lo strumento ad un’angolazione compresa tra 30 e 45 gradi, tiratelo molto delicatamente sulla pelle. Effettuate movimenti lenti e fluidi lungo le linee del viso, evitando mosse brusche. Potete muovervi verso l’alto, verso l’esterno o in senso orario, a seconda delle aree che state trattando. Ma, di norma, tutti i movimenti dovrebbero essere effettuati verso l’alto in modo da seguire il flusso linfatico. In quanto al numero dei passaggi, fate scorrere il Gua Sha su ogni area da 3 a 5 volte prima di spostarvi all’area successiva. Ricordate di mantenere un ritmo costante e rilassato durante la pratica.

Cosa significa Gua sha in italiano?

Approfondite le controindicazioni del Gua sha, concludiamo con una piccola curiosità che svela il significato del nome di tale tecnica in italiano. La parola Gua significa frizionare; Sha, invece, significa calore. E si riferisce a quello generato dal massaggio effettuato con il raschietto.

FONTI:

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Come eliminare un punto nero incistato
Cura corpo

Eliminare un punto nero incistato può non essere semplice, specie in casa. In casi come questo può essere utile ricorrere al dermatologo, il quale nel proprio studio, e con gli attrezzi giusti, può portare a compimento l’operazione in modo sicuro ed efficace. A chi voglia provare da solo, si consiglia di optare per un estrattore di punti neri o per un aspiratore, entrambi strumenti ampiamente diffusi in commercio.