Benessereblog Benessere Gli effetti benefici dei probiotici da non sottovalutare

Gli effetti benefici dei probiotici da non sottovalutare

Ecco quali sono i benefici dei probiotici da non sottovalutare.

Gli effetti benefici dei probiotici da non sottovalutare

Spesso sentiamo dire che i probiotici possono migliorare la nostra salute, e per questa ragione sempre più persone optrano per questi utili alleati per curare alcune malattie o per mantenere il benessere generale. Ma vi siete mai chiesti quali siano i veri e propri benefici dei probiotici per la nostra salute? I probiotici aiutano a migliorare la funzione immunitaria, proteggono contro i batteri ostili e riducono il rischio di infezione, e migliorano la digestione e l’assorbimento di cibo e sostanze nutritive.

I cibi probiotici sono utilizzati anche nel trattamento o nella prevenzione di condizioni e problemi come:

  • Diarrea
  • Sindrome dell’intestino irritabile
  • Colite ulcerosa
  • Morbo di Crohn
  • Helicobacter Pylori (causa di ulcere)
  • Infezioni vaginali
  • Infezioni del tratto urinario
  • Recidiva del carcinoma della vescica
  • Infezione del tubo digerente

Ma dove si trovano i probiotici? E quando è il caso di assumerli? I probiotici si trovano soprattutto nei prodotti lattiero-caseari fermentati o coltivati, ma anche in altri alimenti come:

  • Miso
  • Tempeh
  • Bevande di soia
  • Burro
  • Latte fermentato

La comunità scientifica concorda sul fatto che potrebbero esservi dei benefici grazie all’assunzione di alimenti probiotici, tuttavia sono necessarie ulteriori ricerche per confermare tali affermazioni. In linea generale è comunque certo che questi alimenti non possono danneggiare la salute, ma potrebbero al contrario migliorarla.

via | Harvard.edu

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Perché si dice rosso di rabbia?
Psicologia

La rabbia può essere un’emozione positiva e utile, se espressa in modo appropriato. Ma quando ci lasciamo prendere la mano, può accadere che tale sentimento prenda il sopravvento, con tutte le prevedibili conseguenze che comporta. Tra le sue manifestazioni c’è anche il rossore del viso: in questo articolo ci preoccupiamo di spiegare scientificamente perché questo accade ed il significato che si cela dietro la frase “rosso di rabbia”.