Benessereblog Salute Giornata mondiale del donatore di sangue: perché il 14 giugno?

Giornata mondiale del donatore di sangue: perché il 14 giugno?

Giornata mondiale del donatore di sangue: perché il 14 giugno?

Fonte immagine: Pixabay

Oggi l’Italia e il mondo intero celebrano la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue, un’occasione particolarmente importante, che nasce con l’intento di ringraziare coloro che ogni anno scelgono di donare il proprio sangue per il bene collettivo. Ogni giorno, solo in Italia, circa 1800 persone hanno bisogno di una trasfusione. Incidenti, malattie e interventi chirurgici rendono necessarie le trasfusioni di sangue e plasma, e il contributo che i donatori (più di milione e seicentomila in Italia) riescono a offrire è importantissimo.

In occasione dell’edizione 2022 del World Blood Donor day, l’attenzione è puntata su chi può diventare un eroe, nel suo piccolo, e salvare delle vite umane. All’insegna dello slogan “Donare sangue è un gesto di solidarietà. Unisciti a noi e salva delle vite”, tutti siamo chiamati a compiere un gesto piccolo, ma di enorme importanza.

E proprio in questa particolare Giornata mondiale dei donatori di sangue 2022, vogliamo scoprire perché è stata scelta proprio la data del 14 Giugno, e dare uno sguardo agli eventi che si terranno in Italia.

Giornata Mondiale del Donatore di Sangue: perché proprio il 14 Giugno?

Fonte: Pixabay

Questa data non è stata stabilita per caso. In realtà, c’è un motivo ben preciso dietro la scelta di questo particolare giorno. Il 14 Giugno è stato scelto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, in onore Karl Landsteiner, biologo, medico e fisiologo austriaco che scoprì i gruppi sanguigni umani e il fattore Rhesus (o fattore Rh).

Il 14 giugno del 1868 è la data in cui nacque Landsteiner. Da lì la scelta di ricordare per sempre questa scoperta e celebrare una giornata mondiale nata per sensibilizzare sull’importanza di donare il sangue per salvare vite umane che dipendono proprio da queste donazioni.

Donazione sangue: perché è importante donare?

Scegliere di donare il sangue, senza nascondersi dietro falsi miti e scuse a volte banali (“non ho tempo”, “ho paura degli aghi”, “non mi fido”, “ho la pressione alta/bassa”, “chissà dove va a finire il mio sangue”), rappresenta un gesto eroico. Donando il sangue possiamo salvare la vita di almeno 3 persone, e possiamo contribuire a migliorare la salute di tanti pazienti che ogni giorno convivono con malattie croniche.

Il sangue non può essere prodotto in laboratorio, quindi la donazione rappresenta il solo e insostituibile modo per ottenerlo e per poterlo impiegare in caso di gravi traumi o incidenti, trapianti di organo, malattie, tumori, anemia e altre condizioni.

Ogni anno la data del 14 Giugno rappresenta un’occasione speciale per ringraziare chi dona il sangue, ma anche un momento importante per ispirare coloro che non lo hanno ancora fatto.

Chi può donare il sangue?

Chiunque sia maggiorenne (tra i 18 e i 60 anni), in salute, non conduca uno stile di vita rischioso e chiunque non soffra di tossicodipendenze o malattie infettive, può candidarsi per donare il sangue.

Per informarti, ti basterà rivolgerti al centro Avis o alla Croce Rossa Italiana. O ad altre associazioni che si impegnano nel campo della donazione del sangue, come FIDAS (Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue) e FRATRES (associazione cristiana che promuove l’importanza di donare il sangue), per scoprire se hai le caratteristiche adatte per diventare un donatore.

Giornata mondiale del donatore di sangue: gli eventi in programma

Giornata mondiale del donatore di sangue
Fonte: Pixabay

All’insegna del già citato slogan “Donare sangue è un gesto di solidarietà. Unisciti a noi e salva delle vite”, saranno organizzati numerosi eventi ad opera di AVIS e altre associazioni, come Croce Rossa Italiana.

Fra gli obiettivi da raggiungere quest’anno, oltre a quello di incentivare quante più persone possibili, vi è quello di sensibilizzare i governi in merito alla necessità di investire di più sul tema della donazione. Gli eventi in calendario, per questa edizione del World Blood Donor day 2022, si terranno  in tutta Italia, a cominciare da Roma, dove oggi si terrà un convegno organizzato dall’Avis.

Avis: a Roma il convegno per il World Blood Donor day

Oggi, 14 Giugno, l’associazione nazionale AVIS organizzerà a Roma un convegno rivolto in special modo ai giovani e giovanissimi. E’ soprattutto alle nuove generazioni, infatti, che bisogna far comprendere quanto sia fondamentale donare il sangue e condurre uno stile di vita salutare.

Il convegno dal titolo “Donare sangue è un gesto di solidarietà. Unisciti a noi e salva delle vite”, si terrà dalle ore 10:30 fino alle 13:00 presso il Palazzo Santa Chiara, in piazza di Santa Chiara 14 (Roma).

I monumenti si illuminano di rosso

Anche in questa particolare occasione, numerosi palazzi e monumenti del Bel Paese saranno illuminati di rosso, come simbolo del sostegno per questa importante causa.

L’appello della Croce Rossa Italiana

Sempre in occasione della Giornata mondiale dei donatori di sangue, la Croce Rossa ha lanciato un appello insieme a Blandamura e Mesiano, campioni della Federazione Nazionale Pugilistica.

Nell’ambito della campagna “Dona che ti torna”, CRI ha esortato i cittadini italiani a donare il sangue, compiendo un gesto semplice ma di vitale importanza. Questo piccolo gesto – spiegano i volontari sul sito ufficiale della Croce Rossa – può salvare fino a 3 vite.

In estate la situazione si fa più delicata. In particolare, chiediamo uno sforzo ai giovani: l’età media dei donatori aumenta e scarseggiano i donatori tra i 18 e i 30 anni.

Lo ha spiegato Francesco Rocca, presidente della Croce Rossa Italiana. Durante questa giornata, e per tutto il mese di Giugno, nelle città e nei comuni d’Italia si terranno delle speciali raccolte di sangue. Partecipa anche tu, per compiere un gesto di solidarietà che può salvare delle vite.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social