Benessereblog Salute Giornata mondiale autismo: storia e iniziative

Giornata mondiale autismo: storia e iniziative

Giornata mondiale autismo: storia e iniziative

Fonte immagine: Pixabay

Oggi, 2 Aprile 2022, in tutto il mondo si celebra una giornata molto importante e cioè la Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo (WAAD, World Autism Awareness Day), dedicata non solo a tutte quelle famiglie (sono circa 500.000 in Italia) che hanno un parente con una diagnosi di uno dei disturbi dello spettro autistico, ma anche a tutti coloro che vogliono saperne di più in merito alla questione, ai campanelli d’allarme e alle strategie per affrontare una condizione certamente non facile.

Ma perché il 2 aprile è la Giornata mondiale dell’autismo? Quando è stata stabilita questa data? E qual è il colore simbolo dell’autismo? Scopriamo la storia di questa importante giornat, e diamo uno sguardo alle iniziative e agli eventi organizzati in Italia per sensibilizzare la popolazione in merito a questa malattia.

Un po’ di storia

Quando nasce la giornata mondiale dell’autismo? La data del 2 Aprile è stata indicata, nel 2007, come Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo, per decisione dell’Assemblea Generale dell’ONU. Lo scopo di una simile ricorrenza è quello di richiamare l’attenzione sui diritti e sulle sfide che ogni giorno affrontano le persone con un disturbo dello spettro autistico e i loro genitori e familiari.

In occasione della giornata mondiale per l’autismo, le singole organizzazioni dedicate all’autismo sono invitate a collaborare per far conoscere il disturbo del neuro-sviluppo che coinvolge principalmente linguaggio e comunicazione, promuovere e proporre strategie e impegni per aiutare chi ha ricevuto una diagnosi.

Cos’è l’autismo e come si manifesta?

Fonte: Pixabay

Con il termine “autismo” si indica un “disturbo dello spettro autistico” o Autism Spectrum Disorders (ASD). La condizione non si manifesta con i medesimi sintomi per tutti i pazienti.

I sintomi dell’autismo possono essere enormemente eterogenei, ma in comune vi è una compromissione delle capacità di interazione sociale e di comunicazione. I pazienti con disturbi dello spettro autistico mostrano dei comportamenti ripetitivi (come pronunciare più volte le stesse parole, frasi o ripetere determinati movimenti e gesti), avere una ristretta varietà di interessi, sfuggire al contatto fisico e al contatto visivo, avere problemi di adattamento ai cambiamenti della vita quotidiana.

I sintomi possono però variare molto ed essere più o meno gravi da paziente a paziente. La malattia si manifesta generalmente in tenera età: già intorno ai 3 o 4 anni è possibile procedere con una diagnosi di autismo. Tuttavia, i i segnali possono essere osservati anche in età più precoce. Il disturbo esordisce durante l’infanzia, ma accompagna il paziente per tutto il corso della vita, fino all’età adulta e durante l’età più avanzata.

Una diagnosi difficile

A questo punto, data la vastità e l’eterogeneità dei sintomi, come si fa una diagnosi di autismo? Riuscire a individuare con chiarezza la condizione non è sempre semplice. Il processo diventa ancor più difficile per i bambini con disturbo dello spettro autistico da moderato a lieve, che non presentano alcun tipo di compromissione cognitiva.

Sebbene la diagnosi avvenga generalmente entro il quarto anno di età, medici e specialisti sperano di poter individuare i vari disturbi dello spettro autistico già entro i 2 anni, in modo da intraprendere al più presto i trattamenti volti a migliorarne i sintomi.

Autismo in Italia

Fonte: Pixabay

In Italia a ricevere una diagnosi di ASD (Autism Spectrum Disorders) è un bambino su 77 nella fascia di età che va dai 7 ai 9 anni. L’autismo si manifesta più spesso nei maschi rispetto alle femmine, con un rapporto di 4,4 volte maggiore per i primi. Si tratta dunque di una condizione di certo non rara, che necessita di una profonda conoscenza e dei mezzi adeguati per poter essere affrontata, sia da parte delle famiglie che da parte di medici e pediatri.

È proprio per sensibilizzare i cittadini, le famiglie e la popolazione generale che nascono giornate come quella dedicata ai disturbi dello spettro autistico, durante le quali in Italia, così come negli altri Paesi del mondo, si tengono eventi di vario genere, per supportare le famiglie e i pazienti con autismo.

Giornata mondiale autismo 2022: le attività in Italia

Ogni Regione d’Italia si attiverà, in questa particolare giornata, per informare la popolazione in merito al tema dell’autismo. I monumenti più importanti dello Stivale si illumineranno di blu (il colore simbolo della giornata dedicata a questa condizione). Durante questa giornata riprende il via anche la campagna di sensibilizzazione #sfidAutismo22 di FIA – Fondazione Italiana per l’Autismo, che ha avviato una raccolta fondi che rimarrà attiva fino al 10 Aprile.

Per poter sostenere le iniziative della Fondazione, potrai inviare un SMS solidale del valore di 2 euro al numero 45592. Chiamando da rete fissa TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb e Tiscali potrai invece donare 5 o 10 euro. Potrai invece donare 5 euro sempre chiamando da rete fissa TWT, Convergenze e PosteMobile.

Telefono blu per l’autismo

La Fondazione italiana per l’autismo si impegna inoltre a sostenere economicamente il progetto “Telefono Blu” di Angsa (Associazione Nazionale Genitori perSone con Autismo). Il servizio è disponibile gratuitamente dal lunedì al venerdì dalle 9:30 fino alle 12:30. Il numero di telefono da contattare è 800 03 18 19, o potresti inviare una email all’indirizzo [email protected].

Convegni e iniziative in Italia

Giornata mondiale autismo
Fonte: Pixabay

Da Nord a Sud, le iniziative previste in Italia in occasione della Giornata mondiale dell’autismo sono numerose. Vediamo alcuni degli appuntamenti in calendario.

Convegno a Milano

In Lombardia, a Milano, oggi sabato 2 aprile, presso l’auditorium Gaber del grattacielo Pirelli, alle 16.30 si terrà il convegno dal titolo “Prospettive per l’Autismo in Regione Lombardia: il percorso di attuazione del primo Piano Operativo”. In questa occasione sarà presentato il Piano Regionale Autismo e saranno ascoltate le testimonianze delle famiglie che, per prime, devono fronteggiare le conseguenze di questa malattia.

Mattinata di giochi a Varese

A Varese si terrà invece una mattinata di giochi (aperta a tutti) con animazione per bambini e tante iniziative coinvolgenti. L’evento si terrà al centro La Nuova Brunella di via Crispi ad opera della Fondazione Renato Piatti, a partire dalle 10 del mattino.

Gli eventi a Siracusa

A Siracusa, l’Asp della città ha aderito alla Giornata mondiale della consapevolezza dell’Autismo organizzando una serie di eventi che avranno luogo presso la sede di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza di viale Epipoli. Inoltre, il prossimo venerdì, presso il centro di diagnosi precoce intensivo dei disturbi dello spettro autistico si terrà una manifestazione che coinvolgerà bambini e genitori in attività artistiche, insieme alla collaborazione del liceo artistico “Gagini” di Siracusa.

Le attività per l’autismo a Roma

A Roma si terrà invece la consueta corsa “Run for Autism”, che avrà luogo Domenica 3 Aprile sulle strade e le vie più famose della Capitale. L?evento nasce grazie all’impegno del Progetto Filippide, che ancora una volta dimostra, oggi più che mai, come lo sport possa rappresentare un mezzo di condivisione e unione.

Sempre a Roma, Fondazione Gambero Rosso e l’Associazione “Valenze – Neurodiversità autismo lavoro” organizzano il primo corso professionale di panificazione rivolto ai ragazzi autistici. Il progetto avrà inizio a partire dal 5 Aprile, e si protrarrà per 4 settimane. Durante questo periodo di tempo, 5 studenti con autismo apprenderanno le tecniche di panificazione, che saranno utili per un futuro inserimento nel mondo del lavoro.

Da Busto Arsizio a Caltanissetta, da Roma a Cagliari, le iniziative previste in questa importante occasione sono moltissime. Consulta i siti della tua città per scoprire cosa fare per la giornata dell’autismo, per approfondire le tue conoscenze in merito al disturbo e comprendere e supportare chi la affronta ogni giorno.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare