Benessereblog Salute Giornata di raccolta del farmaco, i dati: per le famiglie italiane la salute è un lusso

Giornata di raccolta del farmaco, i dati: per le famiglie italiane la salute è un lusso

Nella Giornata di raccolta del farmaco, dal primo rapporto reso noto sulla situazione italiana, sembra che per moltissime famiglie italiane la salute sia ormai considerato un bene di lusso. Ecco l'allarme lanciato.

Giornata di raccolta del farmaco, i dati: per le famiglie italiane la salute è un lusso

La salute è diventato un lusso per troppe famiglie italiane. I dati resi noti dal primo Rapporto sulla povertà sanitaria e sulla donazione dei farmaci in Italia, in occasione della Giornata di raccolta del farmaco annuale, parlano chiaro: 5 milioni di italiani non possono permettersi di prendersi cura della propria salute. Dal 2007 al 2012, del resto, la povertà assoluta in Italia è cresciuta del 60%, interessando così il 6,8 per cento della popolazione, vale a dire quasi 5 milioni di individui.

Secondo i dati resi noti nella Giornta di raccolta del farmaco, le famiglie povere italiane spendono in media per la sanità 16,34 euro ogni mese, pari al 2% del budget famigliare mensile, rispetto ai 93,45 di media delle altre famiglie (3,7 per cento del budget). Spesso proprio la spesa sanitaria è una delle prime voci che vengono tagliate nelle famiglie italiane: e in un periodo di crisi come quello che stiamo attraversando, è un dato allarmante.

Tra il 2007 e il 2013 la Fbf ha incrementato la raccolta di farmaci del 241%. I farmaci donati nell’ultimo anno sono stati 1.162.859.

Ben vengano, dunque, iniziative come quelle della raccolta dei farmaci, che aiutano almeno un po’ le famiglie in difficoltà: Come si legge dalla nota sono cresciute le donazioni durante la Giornata della Raccolta del Farmaco, con un incremento del 23%, ma anche quelle aziendali, con un boom pari a 1345%. Purtroppo, però, ancora non basta se si considera che nel 2007 questa tipologia di iniziative copriva il fabbisogno del 55% delle richieste, mentre oggi siamo scesi al 43,2%.

Foto | da Flickr di certo

Via | Ilsole24ore

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Come combattere la sarcopenia
Malattie

Per combattere la sarcopenia, è fondamentale adottare un approccio multifattoriale. L’esercizio fisico regolare, che includa attività di resistenza e forza, stimola la crescita e mantiene la funzionalità muscolare. Una dieta bilanciata, ricca di proteine di alta qualità, vitamine e minerali, favorisce la sintesi proteica muscolare. Mantenere uno stile di vita attivo, evitando il sedentarismo, contribuisce a preservare la salute dei muscoli.