Benessereblog Bellezza Cura corpo Come usare gel aloe vera sui capelli asciutti

Come usare gel aloe vera sui capelli asciutti

Il gel di aloe vera sui capelli asciutti ha molti benefici. Lo possiamo applicare come impacco contro la forfora oppure usarlo per modella i nostri ricci ed evitare l'odiato effetto crespo. Possiamo creare anche una maschera per proteggere i nostri capelli, in particolare se sono secchi. Il rimedio è da provare, però, prima su una parte del corpo se non l'abbiamo mai usato, così da notare subito eventuali reazioni allergiche. In gravidanza e in allattamento, invece, sarebbe da evitare

Come usare gel aloe vera sui capelli asciutti

Fonte immagine: Unsplash

L’aloe vera è un rimedio naturale che fa bene a tutto il corpo. Anche per avere una chioma più bella, morbida, luminosa. Come usare il gel di aloe vera sui capelli asciutti e quali sono i suoi benefici? Devi sapere che l’estratto delle foglie di aloe vera sono l’ideale per chi vuole capelli sani, morbidi, lucenti, belli da vedere e anche da accarezzare. Sin dai tempi più antichi la pianta è nota anche per i suoi benefici per i capelli. Scopriamo come usare il gel.

Come si applica l’aloe vera sui capelli?

Iniziamo con il dire che il gel di aloe vera è davvero semplice usare, anche e soprattutto sui capelli asciutti. Si applica in modo veloce e semplice e si può usare in modo diverso in base a quello che cerchiamo da questo rimedio naturale:

  • Il gel di aloe vera si può applicare sui capelli mossi o ricci per definire meglio le onde e, in questo caso, non c’è bisogno di risciacquare con acqua in seguito. Si tratta del rimedio ideale per chi ha i capelli secchi e grassi o chi combatte ogni giorno contro i capelli crespi.
  • Il gel di aloe vera aiuta anche in caso di capelli secchi, da usare tutti i giorni sui capelli asciutti, applicandolo sulle punte.
  • Impacco di aloe vera contro la forfora, per rinforzare i capelli e per prevenire la caduta. Mescoliamo in una ciotola un po’ di gel di aloe vera e delle gocce di olio essenziale di lavanda o di menta. Il prodotto va applicato dalla radice, con un pennello. Lasciar riposare per una ventina di minuti e poi risciacquare con cura, facendo un normale shampoo.

Prima di iniziare ogni trattamento per la prima volta, meglio provarlo su una piccola parte di pelle del braccio e dopo qualche minuto notare se sono comparse eventuali reazioni allergiche. Invece, le donne in gravidanza o che allattano dovrebbero evitare di usare l’aloe vera, perché soprattutto nel primo trimestre di gravidanza è un rimedio da non utilizzare.

Quanto tempo tenere in posa l’aloe vera?

Il gel di aloe vera si può applicare ogni giorno oppure si possono fare degli impacchi contro la forfora ogni due settimane. Il gel deve rimanere in posa per una ventina di minuti o al massimo per una mezz’oretta e in seguito non va sempre risciacquato con cura: per chi ha i capelli grassi e renderli più leggeri, si può anche evitare il risciacquo.

aloe vera
Fonte: Unsplash

Come fare una maschera per capelli con aloe vera?

Per chi vuole usare il gel di aloe vera come maschera per i capelli, possiamo preparare un composto formato da:

  • 2 cucchiai di gel di aloe vera
  • 2 cucchiai di acqua
  • qualche goccia di olio essenziale a piacere

Applichiamo il composto sul cuoio capelluto, massaggiando con cura e lasciando agire per almeno un’oretta. Meglio avvolgere la testa usando un foglio di pellicola per permettere al gel di aloe vera di essere più efficace. In seguito, possiamo sciacquare con abbondante acqua, per rimuovere ogni traccia di gel. Facciamo uno shampoo e poi applichiamo anche un balsamo. Usa sempre prodotti con ingredienti il più possibile naturali.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Come eliminare un punto nero incistato
Cura corpo

Eliminare un punto nero incistato può non essere semplice, specie in casa. In casi come questo può essere utile ricorrere al dermatologo, il quale nel proprio studio, e con gli attrezzi giusti, può portare a compimento l’operazione in modo sicuro ed efficace. A chi voglia provare da solo, si consiglia di optare per un estrattore di punti neri o per un aspiratore, entrambi strumenti ampiamente diffusi in commercio.