Benessereblog Benessere Gastroenterite, il decalogo per la prevenzione

Gastroenterite, il decalogo per la prevenzione

A stilarlo è la WAidid, l'Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici

Gastroenterite, il decalogo per la prevenzione

Per prevenire la gastroenterite l’igiene è importante, ma non solo. Anche altre importanti abitudini aiutano a ridurre il rischio di incappare nei germi che possono scatenare la cosiddetta “influenza intestinale”. Ecco il decalogo per la prevenzione elaborato da WAidid, l’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici.

  1. Dopo essere stati alla toilette lavare le mani con acqua e sapone o con un disinfettante a base di clorexidina
  2. Non consumare carne, insalate, salse tenute a temperatura ambiente per più di 2 ore
  3. Mantenere la temperatura del frigo tra 1 e 4°C
  4. Se non si è certi della provenienza, consumare carne ben cotta ed evitare uova crude o salse che ne contengono
  5. Evitare cibi rischiosi come molluschi e mitili crudi
  6. Scegliere il latte pastorizzato
  7. Evitare le contaminazioni tra cibi, separando crudi e cotti
  8. Proteggere i cibi da insetti e roditori
  9. Non condividere tovaglioli, bicchieri, posate e stoviglie
  10. Nei viaggi in zone con igiene scarsa, consumare acqua in bottiglia, frutta sbucciata e verdure cotte ed evitare il ghiaccio

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Perché si dice rosso di rabbia?
Psicologia

La rabbia può essere un’emozione positiva e utile, se espressa in modo appropriato. Ma quando ci lasciamo prendere la mano, può accadere che tale sentimento prenda il sopravvento, con tutte le prevedibili conseguenze che comporta. Tra le sue manifestazioni c’è anche il rossore del viso: in questo articolo ci preoccupiamo di spiegare scientificamente perché questo accade ed il significato che si cela dietro la frase “rosso di rabbia”.