Benessereblog Salute Farmaci, cosa chiedere al medico prima di assumerli

Farmaci, cosa chiedere al medico prima di assumerli

Ecco cosa dovreste chiedere al vostro medico prima di assumere dei farmaci.

Farmaci, cosa chiedere al medico prima di assumerli

Farmaci – Le visite dal medico sono generalmente piuttosto brevi, e – una volta tornati a casa – ci rendiamo conto di non aver fatto alcune domande importanti, come ad esempio se è possibile assumere degli integratori alimentari per la durata della cura. Ecco quindi una lista di interrogativi da porre al vostro medico in merito all’assunzione dei farmaci.

  • Qual è l’azione del farmaco che dovrò assumere: bisogna sapere il motivo per cui il medico ci ha prescritto un farmaco e a cosa serve esattamente.
  • Come e quando devo prendere i farmaci: è importante assumere il farmaco in modo corretto, quindi non esitate a chiedere maggiori spiegazioni al medico
  • Per quanto tempo devo assumere il farmaco? Assicuratevi di aver capito bene per quanto tempo è necessario assumere il farmaco.
  • Cosa devo fare se mi sento meglio e non voglio finire l’intera quantità di farmaci prescritta dal medico?
  • Il farmaco contiene qualcosa che potrebbe causare una reazione allergica?
  • Quali cibi, bevande, o attività dovrei evitare durante l’assunzione del farmaco?
  • E’ sicuro assumere il farmaco con altri farmaci o integratori alimentari o rischio delle reazioni avverse?
  • Devo aspettarmi eventuali effetti collaterali da questo farmaco? E i benefici causati dal farmaco superano i rischi? A tal proposito, se si verificano effetti collaterali anomali non esitate a contattare il medico.
  • Esiste una versione generica del farmaco? Se si, il medico potrà rispondere a tutte le domande in proposito.
  • Cosa devo fare se ho dimenticato di prendere il farmaco?
  • E’ sicuro usare questo farmaco se sono incinta o sto allattando?
  • Quando inizierò ad avvertire gli effetti del farmaco? Alcuni farmaci possono dare i primi effetti in meno di un’ora, mentre altri possono richiedere anche delle settimane per fare effetto.

via | VeryWell

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Pleurite: i sintomi da riconoscere subito
Malattie

La pleurite è un’infiammazione della pleura, una sottile membrana che riveste la cavità toracica e i polmoni. I sintomi più comuni sono dolore al petto, che può peggiorare con la tosse o con la respirazione profonda, e difficoltà respiratorie. Altri sintomi possono includere febbre, sudorazione notturna ed affaticamento. La pleurite può essere causata da un’infezione, come la polmonite, o da una malattia autoimmune. Alla comparsa dei primi segnali è opportuno contattare immediatamente il medico.