Benessereblog Benessere Psicologia Disturbi dell’umore, le cause più comuni

Disturbi dell’umore, le cause più comuni

Disturbi dell’umore, le cause più comuni

Quando si parla di disturbi dell’umore, si intende un generico insieme di patologie dove si hanno una serie costante e ricorrente di sintomi psico-fisici. Di sicuro i disturbi dell’umore più frequenti sono la depressione (in cui i livelli dell’umore si abbassano) e la sindrome bipolare (si alternano momento di depressione a momenti di eccessiva euforia). Tuttavia le cause di disturbi dell’umore sono tantissime. In alcuni casi i disturbi dell’umore sono provocati da altre malattie neurologiche, come per esempio l’Alzheimer o il Morbo di Parkinson. In altri casi sono il risultato di malattie croniche, malattie ormonali o anche tumori.

Disturbi dell’umore: sintomi

Sono diversi i sintomi che possono indicare un disturbo dell’umore. Tuttavia molti di questi sintomi sono comuni anche ad altre malattie, non sono specifici dei disturbi dell’umore. Inoltre possono variare tantissimo a seconda delle persone:

  • affaticamento
  • astenia
  • variazioni notevoli del peso
  • diminuzione della libido
  • senso di oppressione toracica
  • dispepsia
  • stipsi
  • disuria
  • insonnia o aumento del sonno
  • nervosismo
  • agitazione

Disturbi dell’umore: cause

Fra le cause più comuni dei disturbi dell’umore abbiamo:

  • alcolismo
  • apnee notturne
  • disturbi del sonno
  • autismo
  • mal di testa e emicrania
  • depressione (anche depressione post-partum)
  • disturbo bipolare
  • disturbo di personalità borderline
  • disturbo evitante di personalità o narcisistico di personalità
  • disturbi ossessivo-compulsivi
  • epatite
  • febbre emorragica Crimea-Congo
  • Iperparatiroidismo
  • Ipocondria
  • Jet Lag
  • Labirintite
  • Malattia di Creutzfeldt-Jakob
  • Malattia di Huntington
  • menopausa e sindrome premestruale
  • Sindrome di Cushing
  • Schizofrenia
  • Sindrome da deficit di attenzione e iperattività
  • Sindrome delle gambe senza riposo
  • Sindrome di Asperger
  • Sindrome di Prader-Willi
  • Sindrome di Reye
  • Sindrome di Tourette
  • Sindrome feto-alcolica
  • Fibromialgia

Fra le cause meno comuni ci sono anche le allergie respiratorie e la rinite allergica, la febbre reumatica, l’avvelenamento da monossido di carbonio, il LES, la Malattia di Lyme, l’Alzheimer, il Morbo di Parkinson, il tifo, i tumori ipofisari e anche la sindrome da stanchezza cronica.

Via | iStock

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social