Benessereblog Alimentazione Disturbi alimentari, in Italia 7 italiani su 10 sono disinformati

Disturbi alimentari, in Italia 7 italiani su 10 sono disinformati

Disturbi alimentari, in Italia 7 italiani su 10 sono disinformati

Alla vigilia della Giornata del Fiocchetto Lilla, per sensibilizzare sui disturbi alimentari, l’associazione Nutrimente Onlus ci fornisce dei dati che sono allarmanti: 7 italiani su 10 (il 69%) dichiarano di non essere adeguatamente informati sui rischi dei Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA), che ogni anno colpiscono circa 3 milioni di italiani, nella maggior parte dei casi adolescenti.

La maggior parte degli italiani non conosce i rischi dei DCA e non sa come affrontare queste malattie. E visto che, come riferito dai dati del Ministero della Salute, l’età di insorgenza dei disturbi alimentari si è abbassata (già a 10-11 anni si può soffrire di anoressia) sarebbe bene fare una campagna di informazione tra i genitori: il 68% non sa distinguere un problema nutrizionale da uno psicologico, mentre il 57% non sa a chi rivolgersi.

Per affrontare la problematica, ecco 5 consigli dell’associazione:

    Porsi come esempio di rispetto verso se stessi.
    Comunicare
    Prestare attenzione ai campanelli di allarme
    Cercare di non porre troppa attenzione al corpo
    Chiedere aiuto a specialisti

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social