Benessereblog Alimentazione Dieta gluten free per dimagrire: perché è sbagliata

Dieta gluten free per dimagrire: perché è sbagliata

Dieta gluten free per dimagrire: perché è sbagliata

La dieta gluten free per dimagrire non dovrebbe mai essere seguita. È giusto eliminare il glutine dalla propria alimentazione in caso di intolleranza. Come accade ai tanti italiani che soffrono di celiachia: nel 2019 sono state 225mila le diagnosi, ma le stime parlano di 350mila affette da tale intolleranza. Milioni di italiani ogni giorno mangiano cibo per intolleranti, gluten free, pensando di poter dimagrire velocemente.

Niente di più sbagliato, come afferma Carolina Ciacci, docente ordinario di Gastroenterologa dell’Università di Salerno e membro della Società italiana di gastroenterologia ed endoscopia digestiva (Sige):

È un errore, tale convinzione non è basata su alcun dato scientifico. Il glutine è un complesso di proteine di alcuni cereali, quali grano/frumento, orzo, e segale che conferiscono a questi i cereali le loro uniche proprietà di panificazione. L’eliminazione di queste proteine dalla dieta non causa alcun deficit nutrizionale. Tuttavia, non c’è nessuna ragione di eliminarlo, se non assolutamente necessario come è nella malattia celiaca.

Dieta senza glutine: non fa dimagrire, alimenti gluten free troppo grassi

Dieta gluten free per dimagrire: un errore da non commettere

Fabiana Zingone, docente di Gastroenterologia dell’Università degli Studi di Padova e membro della Sige, aggiunge:

Tante persone iniziano una dieta senza glutine senza aver fatto tutti i passi necessari ad escludere la celiachia. Una volta iniziata la dieta non possiamo più né trovare gli anticorpi nel sangue, né tantomeno trovare il danno nella mucosa dell’intestino. Non fare una corretta diagnosi è un danno perché una dieta senza glutine non necessaria è anche costosa, sia in termini economici sia per le difficoltà nella vita sociale che essa comporta.

Il glutine andrebbe eliminato dall’alimentazione solo dei pazienti celiaci, perché questo garantisce in molti casi la remissione dei sintomi, il ripristino della mucosa intestinale e la negativizzazione anticorpale. L’unico mezzo che si ha oggi per combattere la malattia.

Come evitare le contaminazioni da glutine

Foto di BRRT da Pixabay

Via | Adnkronos

Seguici anche sui canali social