Benessereblog Salute Depressione in gravidanza: rischi maggiori per le millennials

Depressione in gravidanza: rischi maggiori per le millennials

Depressione in gravidanza: rischi maggiori per le millennials

Le donne Millennial rischiano maggiormente di soffrire di depressione durante la gravidanza rispetto alle loro madri. A suggerirlo è uno studio condotto su delle giovani donne, dal quale emerge che i problemi di salute mentale durante la gravidanza sono il 51% più frequenti rispetto a quanto accadesse una generazione fa. Per il loro studio, condotto dai membri della Bristol University, gli esperti hanno monitorato 2.390 donne incinte di età compresa tra i 19 e i 24 anni dal 1990 al 1992, e poi hanno ripetuto la procedura con 180 delle loro figlie che erano incinte tra il 2012 e il 2016.

Esaminando i dati, gli esperti hanno scoperto che i tassi di depressione e ansia sono aumentati dal 17% del primo gruppo al 25% nel secondo. Secondo i ricercatori, i social media e “il ritmo frenetico della vita moderna” potrebbero essere la causa di questo fenomeno. Le crescenti pressioni della vita moderna sono “amplificate” dalla gravidanza. Lo stress cronico, la privazione del sonno, le abitudini alimentari, lo stile di vita sedentario e il ritmo veloce della vita moderna possono infatti portare le giovani donne a soffrire di depressione.

L’impatto di tali cambiamenti può essere amplificato quando una donna rimane incinta. Questa generazione di giovani donne ha anche sperimentato un rapido cambiamento di tecnologia, internet e uso dei social media, che è stato associato a un aumento dei sentimenti di depressione e isolamento sociale e cambiamenti nelle relazioni sociali.

Come se non bastasse, rispetto agli anni ’90, la percentuale di madri che lavorano è aumentata in modo significativo, e riuscire a bilanciare vita privata e un lavoro spesso inflessibile non fa che peggiorare le cose, portando le giovani donne a sentirsi sopraffatte e stressate.

via | DailyMail
Foto da iStock

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social