Benessereblog Benessere Psicologia Depressione e problemi di memoria: esiste un legame

Depressione e problemi di memoria: esiste un legame

Depressione e problemi di memoria negli anziani: esiste un legame? Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Depressione e problemi di memoria: esiste un legame

Esiste un legame fra depressione e problemi di memoria negli anziani? A cercare di rispondere a questa domanda è uno studio pubblicato sulla rivista Neurology®, dal quale è emerso che, in effetti, oltre a manifestare problemi di memoria, le persone anziane con sintomi di depressione maggiore possono avere anche delle differenze strutturali nel cervello rispetto alle persone che non soffrono di questa condizione.

Poiché i sintomi della depressione possono essere trattati, è possibile che il trattamento aiuti a ridurre anche i problemi di pensiero e di memoria

suggeriscono gli esperti, che per il loro studio hanno coinvolto un campione di 1.111 persone senza ictus, con un’età media di 71 anni.

All’inizio dello studio, tutti sono stati sottoposti a delle scansioni cerebrali, a un esame psicologico e a delle valutazioni per memoria e capacità di pensiero. Le loro capacità di memoria e di pensiero sono state testate nuovamente in media cinque anni dopo. All’inizio dello studio, il 22% dei partecipanti ha inoltre mostrato sintomi di depressione maggiore, e dall’analisi dei dati gli esperti avrebbero scoperto che tali sintomi sono effettivamente collegati a un peggioramento della memoria episodica, ovvero la capacità di una persona di ricordare esperienze ed eventi specifici.

I ricercatori hanno inoltre scoperto che coloro che presentavano maggiori sintomi di depressione presentavano differenze nel cervello, che includevano un volume cerebrale più piccolo, e una possibilità maggiore del 55% di avere piccole lesioni vascolari nel cervello.

via | ScienceDaily
Foto da iStock

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Influenza 2022/2023: sintomi, cure e prevenzione
Malattie

Come ogni anno torna puntuale l’influenza stagionale che, in base alle previsioni, sarà la peggiore degli ultimi cinque anni sotto il profilo della diffusione e dell’aumento di patologie respiratorie gravi: vediamo quali sono le cause ed i sintomi dell’influenza 2022/23 con gli accorgimenti da mettere in atto in fatto di prevenzione (il vaccino, in primis) e di rimedi per curarla con e senza farmaci a seconda della sua gravità.