Benessereblog Salute Deficit di attenzione, come riconoscerlo grazie ai videogames

Deficit di attenzione, come riconoscerlo grazie ai videogames

Deficit di attenzione, come riconoscerlo grazie ai videogames

Un videogioco potrebbe aiutare a identificare i casi di ADHD nei bambini. Il deficit di attenzione e iperattività (noto anche con la sigla ADHD, Attention Deficit Hyperactivity Disorder), è un disturbo del neurosviluppo che può manifestarsi durante l’infanzia o durante l’adolescenza. Per riuscire a diagnosticarlo in maniera rapida ed efficace, un nuovo videogioco potrebbe risultare estremamente utile.

A suggerirlo sono i membri dell’Universidad Carlos III de Madrid, autori di uno studio pubblicato su Brain Sciences, secondo cui adattando un tradizionale videogioco di corsa, e utilizzando un procione per protagonista, è possibile identificare e valutare il grado di ADHD nei bambini e negli adolescenti.

Per fare ciò, i ricercatori hanno modificato un videogame famoso fra i bambini. In questo genere di gioco, il partecipante dovrebbe evitare diversi ostacoli che si presentano sulla sua strada.

Nel nostro gioco, l’avatar è un procione che deve saltare per evitare di cadere nei buchi che incontrerà lungo il percorso. Ipotizziamo che i bambini con diagnosi di sottotipo disattento di ADHD faranno più errori per omissione e salteranno più vicino al buco a causa dei sintomi di disattenzione.

Testando il videogame su un campione di 32 bambini con ADHD (tutti di età compresa fra 8 e 16 anni), è stato possibile identificare direttamente i sintomi del deficit di attenzione e la gravità del disturbo. Inoltre, ogni test ha richiesto pochi minuti. Il che rappresenta un grande vantaggio, come spiegano gli autori dello studio:

E’ possibile utilizzare personal computer, tablet o dispositivi mobili convenzionali, consentendo di eseguire valutazioni a distanza. I nostri risultati indicano che un test più breve può essere sufficiente per valutare con precisione i sintomi clinici dell’ADHD. Questa caratteristica lo rende particolarmente interessante in contesti clinici dove vi è una mancanza di tempo.

Deficit di attenzione: come avviene la diagnosi dell’ADHD?

Al momento la diagnosi di ADHD viene eseguita basandosi sulle osservazioni dei genitori, dei caregiver e degli insegnanti del bambino. Ci si baserà inoltre sull’esperienza degli operatori sanitari al momento della valutazione.

Appare chiaro quindi che per molti versi la diagnosi dipenderà dalle capacità di valutazione delle figure in questione, e potrebbe essere alterata da fattori affettivi.

Lo sviluppo di metodi diagnostici più oggettivi e rapidi – spiegano gli autori – può dunque garantire un’identificazione più precoce del disturbo e migliorare la prognosi per il bambino.

Leggi anche: L’importanza del sonno per gli adolescenti con ADHD

via | ScienceDaily
Foto di Patrice Audet da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social