Benessereblog Salute Cos’è l’amianto e quali malattie derivano da una lunga esposizione

Cos’è l’amianto e quali malattie derivano da una lunga esposizione

L’amianto è una sostanza molto pericolosa che può provocare numerose patologie neoplastiche e infezioni alle vie respiratorie.

Cos’è l’amianto e quali malattie derivano da una lunga esposizione

Ricorre oggi la Giornata Mondiale delle vittime dell’amianto. Questo materiale, noto per essere estremamente pericoloso per la salute, è messo al mando dall’Europa nel 1999, ma in Italia , paese noto per essere stato tra i principali produttori, già nel 1992 è stata approvata la Legge 257 che vieta ulteriore produzione, estrazione e commercio di amianto o prodotti che lo contengano.

L’amianto è un insieme di minerali del gruppo dei silicati. È un materiale fibroso e come tale, con il tempo, tende a sfaldarsi. Le piccole, minuscole fibre causano infenzioni alle vie respiratorie e non solo. Il vero pericolo quindi è la possibilità per l’uomo di respirare piccolissimi frammenti. La pericolosità non è solo per questa sostanza allo stato grezzo ma anche per i suoi manufatti. E ovviamente i rischi principali sono durante la lavorazione o lo smaltimento dei prodotti realizzati con questo minerale. Quali sono le patologie correlate?

  • Mesotelioma, una forma di tumore particolarmente aggressiva che colpisce la pleura. È un cancro insidioso e la diagnosi precoce è difficoltosa perché non dà sintomi riconoscibili in fase iniziale e non sono ancora stati trovati i marcatori.
  • Mesotelioma peritoneale: tumore che colpisce il peritoneo, ovvero la membrana che avvolge l’intestino.
  • Tumori al polmone
  • Tumori alla laringe
  • Tumori all’ovaio
  • Asbestosi, nota anche come fibrosi polmonare interstiziale.
  • Pleurite essudativa acuta e cronica
  • Placche pleuriche
  • Ispessimento pleurico diffuso
  • Bronco pneumopatia cronica ostruttiva

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Posso prendere l’Augmentin per il mal di gola?
Salute

L’Augmentin per il mal di gola si può prendere, a patto che l’infezione sia di origine batterica. Deve essere prescritto dal medico curante con ricetta ripetibile e vanno seguite le sue indicazioni passo dopo passo. Mai interrompere prima la durata del trattamento previsto, anche se notiamo che i sintomi sono quasi del tutto scomparsi. Di solito la terapia base dura 5-7 giorni, per sconfiggere il batterio che ha attaccato il nostro organismo.