Benessereblog Salute Terapie e Cure Cos’è il ginocchio del corridore, la cura e gli esercizi da fare

Cos’è il ginocchio del corridore, la cura e gli esercizi da fare

Il ginocchio del corridore, nome comune dato alla sindrome della bandelletta ileo-tibiale, è un processo infiammatorio della zona laterale del ginocchio, che colpisce i runner, i ciclisti, gli sportivi in generale e che si può manifestare senza la giusta preparazione atletica, per questo lo stretching prima e dopo l'attività fisica è così importante.

Cos’è il ginocchio del corridore, la cura e gli esercizi da fare

La sindrome della bandelletta ileo-tibiale, altrimenti definita semplicemente il ginocchio del corridore, è un’infiammazione che si presenta nel tratto ileo-tibiale della fascia lata, ovvero nella zona laterale del ginocchio. A causa della sua particolare conformazione, durante la corsa questa zona subisce costantemente dei micro traumi, che a lungo andare possono provocare la sindrome del ginocchio del corridore: i micro traumi si presentano a causa dello sfregamento contro il condilo femorale, quando la flessione del ginocchio è al massimo dello stress, vale a dire 30 gradi.

Esistono anche altre cause che possono far insorgere la sindrome, come il ginocchio varo e un’eccessiva pronazione, anche se la causa principale sembra essere l’aumento del chilometraggio settimanale esagerato o un’errata esecuzione della corsa, magari su terreni non proprio consoni.

Sicuramente per chi soffre di ginocchio del corridore la crioterapia può dare ottimi risultati: basta applicare la borsa del ghiaccio per un quarto d’ora dopo la corsa o durante la giornata. Se il problema persiste, potrebbero essere utili dei farmaci FANS o miorilassanti e andrebbe sospesa la corsa. Da praticare ogni giorno, invece, esercizi di stretching del tensore della fascia lata e, in generale, esercizi di stretching per tutti i muscoli delle gambe.

Via | atleticacentrostorico

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Quale attività fisica può praticare chi soffre di ernia del disco?
Fitness

L’ernia del disco viene definita come una fuoriuscita di materiale discale dai normali margini dello spazio del disco intervertebrale, che determina la comparsa di dolore, disturbi sensitivi e motori. Chi soffre di questo disturbo deve sapere che la migliore prevenzione delle alterazioni posturali del rachide è il movimento. Ma quale attività fisica può praticare in sicurezza chi soffre di questo disturbo? Lo abbiamo chiesto ad un ortopedico: ecco cosa ci ha detto.