Benessereblog Salute Malattie Cosa sono le zoonosi, il contagio e come si curano

Cosa sono le zoonosi, il contagio e come si curano

Con il termine zoonosi si indicato tutte quelle particolari malattie che hanno come metodo di contagio il passaggio da animale a essere umano. Sono diverse le malattie che rientrano in questa categoria: scopriamo quali sono e come si trasmettono.

Cosa sono le zoonosi, il contagio e come si curano

Le zoonosi sono quelle particolari malattie che si trasmettano da animale a uomo. Raramente il contagio avviene direttamente con l’animale malato: molto spesso, infatti, la fonte di infezione è un’altra e la patologia si trasmette all’uomo attraverso cibo o acqua che sono stati contaminati dai germi alla base delle malattie.

Diversi i microorganismi patogeni alla base delle cosiddette zoonosi: Toxoplasma gondii che scatena la toxoplasmosi, molto pericolosa in gravidanza, Cryptosporidium spp., Salmonella spp. che provoca la salmonellosi, Campylobacter spp., Giardia lamblia, Rhodococcus equi, Bartonella spp., Mycobacterium marinum, Bordetella bronchiseptica, Chlamydia psittaci.

Le zoonosi possono rappresentare un pericolo per le persone che hanno un sistema immunitario debole, che soffrono di particolari malattie o che si trovano in particolari condizioni, come ad esempio le donne in gravidanza. Le zoonosi vanno innanzitutto prevenute, cercando di mettere in atto tutti quegli accorgimenti per evitare le infezioni (evitare le carni crude, pulire bene frutta e verdura, bere solo acqua potabile).

La prevenzione è molto importante e passa anche attraverso i vaccini che possiamo praticare ai nostri aninmali domestici, al non entrare in contatto con animali selvatici e pratiche di questo tipo. Le zoonosi, a seconda del microorganismo che è venuto a contatto con il nostro corpo, vanno curate secondo le terapie previste per ogni patologia: prima si individuano, migliori sono i risultati e più rapida è la strada verso la guarigione.

Via | EpicentroIss

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Posso prendere l’Augmentin per il mal di gola?
Salute

L’Augmentin per il mal di gola si può prendere, a patto che l’infezione sia di origine batterica. Deve essere prescritto dal medico curante con ricetta ripetibile e vanno seguite le sue indicazioni passo dopo passo. Mai interrompere prima la durata del trattamento previsto, anche se notiamo che i sintomi sono quasi del tutto scomparsi. Di solito la terapia base dura 5-7 giorni, per sconfiggere il batterio che ha attaccato il nostro organismo.