Benessereblog Salute Cosa sono le cellule germinali e qual è la loro funzione

Cosa sono le cellule germinali e qual è la loro funzione

Le cellule germinali sono cellule aploidi che svolgono una funzione riproduttiva, precursore dei gameti. Si distinguono dalle cellule diploidi somatiche.

Cosa sono le cellule germinali e qual è la loro funzione

Le cellule germinali sono delle cellule aploidi, sono dei precursori dei gameti, che svolgono funzioni riproduttive. Le cellule germinali si distinguono in cellule germinali primitive, che danno vita proprio a questo tipo di cellule, e cellule germinali mature, ovvero le spore e i gameti. Nell’essere umano e in tutti gli animali mammiferi le cellule germinali non sono altro che gli spermatozoi e le cellule uovo, deputate proprio alla funzione riproduttiva.

Le cellule germinali si moltiplicano per mitosi: alcune delle cellule possono fermarsi durante il cammino e possono provocare anomalie, come ad esempio la comparsa di una particolare neoplasia chiamata Teratoma.

Le cellule germinali riproduttive o mature hanno un corredo cromosomico detto aploide, vale a dire che è dimezzato e deve per forza unirsi con un altro gamete per poter svolgere la sua funzione riproduttiva. Al momento della fecondazione i due gameti mettono in comune i due corredi diversi che mettono a disposizione entrambi, andando a ricostruire il nuovo corredo diploide, completo, che andrà a creare il corredo del nuovo individuo.

Un’altra distinzione delle cellule somatiche viene fatta per il numero di cromosomi contenuti all’interno: in una stessa specie questo è sempre doppio rispetto a quello delle cellule della linea germinale. Nell’uomo una cellula somatica possiede 46 cromosomi nel nucleo, pari a 23 coppie.

Se una nella linea germinale di partenza c’è una mutazione, allora ci sono alte probabilità che tale mutazione possa essere trasmessa ai figli, cosa che non avviene invece in una cellula somatica.

Foto | da Flickr di kalkulus

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Come combattere la sarcopenia
Malattie

Per combattere la sarcopenia, è fondamentale adottare un approccio multifattoriale. L’esercizio fisico regolare, che includa attività di resistenza e forza, stimola la crescita e mantiene la funzionalità muscolare. Una dieta bilanciata, ricca di proteine di alta qualità, vitamine e minerali, favorisce la sintesi proteica muscolare. Mantenere uno stile di vita attivo, evitando il sedentarismo, contribuisce a preservare la salute dei muscoli.