Benessereblog Alimentazione Cosa sono le bevande elettrolitiche e quando consumarle

Cosa sono le bevande elettrolitiche e quando consumarle

Cosa sono le bevande elettrolitiche e quando consumarle

Nel mondo degli sportivi le bevande elettrolitiche sono un drink che difficilmente manca nel borsone di chi si allena duramente. La perdita di sali minerali, specie nelle sessioni di allenamento più faticose, va infatti integrata in modo veloce e queste bibite sono un modo facile per reidratare il corpo e dargli tono. Sì, ma capiamo meglio di cosa stiamo parlando.

Le bevande elettrolitiche cosa sono realmente? Gli elettroliti, come sodio, potassio, calcio e magnesio, sono minerali che conducono elettricità quando disciolti in acqua. Aiutano il nostro corpo in svariati modi, tra cui l’equilibrio dei liquidi, la regolazione della pressione sanguigna, le contrazioni dei muscoli e anche l’equilibrio del pH nel sangue.

Nella comune acqua in bottiglia, quella che beviamo ogni giorno, sono presenti elettroliti in quantità minima. Mentre all’interno di una bevanda elettrolitica la quantità di queste sostanze è potenziata, proprio per venire incontro alla perdita di sali minerali che può avvenire con la sudorazione. Ma non è tutto oro quello che luccica.

Tali drink sono infatti spesso anche bevande energetiche, quindi arricchite con zuccheri e sostanze stimolanti, come caffeina e taurina. Il che significa che un’assunzione errata può portare a qualche fastidiosa conseguenza. Ad esempio, nell’arco delle poche ore successive all’assunzione si possono sperimentare tachicardia e senso di oppressione al petto.

Senza considerare che lo zucchero, lo sciroppo di glucosio e le maltodestrine, presenti tutti o in parte nelle formulazioni dolcificate, possono portare a picchi glicemici. Questo non significa che le bevande elettrolitiche e quelle energetiche vadano demonizzate, tutt’altro, ma è essenziale sapere quando consumarle.

Quando consumare le bevande elettrolitiche

Gli elettroliti, come visto, sono fondamentali per mantenere il corpo in salute, ma spesso basta la semplice acqua per evitare carenze o anche disidratazione. Allo stesso modo reintegrare i minerali con succhi ed estratti di frutta e verdura può essere un’alternativa valida all’uso di bevande elettrolitiche. Tuttavia, in alcune circostanze specifiche, queste ultime possono rivelarsi molto utili.

In generale una bibita elettrolitica fa al caso nostro quando siamo a rischio di perdite rapide di sali minerali. Quindi, teniamo con noi queste bevande se ci alleniamo per più di un’ora continuativa e ad un certo livello. Ma anche se sudiamo molto durante l’esercizio fisico.

Questi drink sono ottimi alleati della salute anche quando siamo esposti al calore per lunghi periodi, così come in caso di disidratazione causata da vomito o diarrea. In questi ultimi due casi attenzione però a scegliere i prodotti giusti. Quindi possibilmente privi di sostanze coloranti e dolcificanti sintetici, che possono irritare ulteriormente stomaco e intestino.

Foto | Getty Images

Seguici anche sui canali social