Benessereblog Salute Malattie Il Coronavirus potrebbe resistere fino a 9 giorni sulle superfici

Il Coronavirus potrebbe resistere fino a 9 giorni sulle superfici

Il Coronavirus potrebbe resistere fino a 9 giorni sulle superfici

Il coronavirus potrebbe rimanere infettivo sulle superfici a temperatura ambiente anche per nove giorni. A suggerirlo è un nuovo studio pubblicato sulle pagine del ‘Journal of Hospital Infection‘, i cui autori spiegano che il virus potrebbe dunque continuare ad esistere per nove giorni. Come spiega Roberto Burioni attraverso il suo sito ‘Medical Facts, lo studio non dimostra però la trasmissibilità della malattia attraverso il contatto con una superficie contaminata, ma solo l’esistenza e la sopravvivenza del virus.

Per il loro studio, gli esperti hanno analizzato 22 precedenti ricerche sui coronavirus, e sono giunti alla conclusione che tali virus possono effettivamente resistere sulle superfici come quelle in metallo, vetro o plastica, per una durata di ben 9 giorni.

Gli autori dello studio – condotto presso la University Medicine Greifswald, in Germania – ricordano tuttavia che fortunatamente il virus non è molto resistente, quindi basterebbe l’utilizzo di detergenti a base di candeggina o a base di alcol o acqua ossigenata per riuscire a eliminarlo.

In tema di contagio, Burioni spiega inoltre che dal momento che, come ben sappiamo, per altri virus come quello dell’influenza può avvenire il contagio attraverso le superfici contaminate, rimane comunque valido il consiglio di lavarsi bene le mani.

La notizia buona è che i coronavirus sono molto facili da inattivare. Basta la candeggina diluita, l’alcool e i gel disinfettanti a base di alcool. Che dobbiamo usare perché in Italia il coronavirus non c’è (e speriamo non arrivi), ma l’influenza “normale” non solo c’è, ma sta raggiungendo il suo picco e questi detergenti inattivano anche il virus che la causa.

via | Ansa, AdnKronos, MedicalFacts

Foto da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Alanina aminotransferasi alta: cosa fare?
Malattie

Vediamo l’Alanina Aminotransferasi alta nel sangue, cos’è e quali sono le funzioni di questo enzima che può fornire indicazioni sulla salute del fegato.