Benessereblog Salute Terapie e Cure Come curare il torcicollo in 10 secondi

Come curare il torcicollo in 10 secondi

Scopri come curare il torcicollo in 10 secondi: dai massaggi agli esercizi di allungamento, ecco i rimedi più veloci ed efficaci

Come curare il torcicollo in 10 secondi

Fonte immagine: Pixabay

Stamattina ti sei svegliato con un fastidioso dolore al collo e ti stai domandando come curare il torcicollo in 10 secondi? Purtroppo quello che stai avvertendo è un disturbo molto comune, e anche incredibilmente spiacevole e fastidioso. Il torcicollo, più propriamente noto con il nome di “cervicalgia” è un disturbo che può presentarsi a qualsiasi età e in ogni momento della vita.

Dal momento che trascorriamo molto tempo di fronte al computer, seduti alla scrivania o incollati al telefono, non ci sorprende che, a un certo punto della vita, possiamo avvertire una sorta di rigidità e un intenso dolore al collo. Si tratta di un fenomeno normale, provocato nella maggior parte dei casi da una postura scorretta.

Spesso il torcicollo fa la sua comparsa insieme ad altri sintomi come:

  • Difficoltà di movimento
  • Rigidità a collo e spalle
  • Mal di testa.

Se è vero che in molti casi è la cattiva postura la causa del torcicollo, anche contratture muscolari, traumi (come il famoso colpo di frusta) e disturbi che interessano la colonna vertebrale possono dare origine a questo doloroso e fastidioso disturbo.

Ma come alleviare il mal di collo? In questo articolo scioglieremo alcuni dei più comuni dubbi e interrogativi in merito a questo comune disturbo. Scopriremo come farlo passare subito, o perlomeno, al più presto, e vedremo quali sono i rimedi migliori per sfiammare i nervi del collo.

Come si fa a far passare un torcicollo?

Fonte: Pixabay

Impacchi caldi o freddi? Esercizi di stretching o totale riposo? Agopuntura o ibuprofene? Insomma, cosa bisogna fare per curare il torcicollo in 10 secondi o – possibilmente – anche in meno tempo? I rimedi per il mal di collo sono molti, e la scelta dipende soprattutto dalle cause del problema e da altri fattori.

Per prima cosa, sappiamo bene che il mal di collo ti spingerà a non muovere la testa di un millimetro anche per diverse ore. La paura di avvertire ancor più dolore ti blocca, è del tutto normale. Tuttavia, l’assoluta immobilità potrebbe peggiorare la situazione, aumentando ulteriormente la rigidità.

Compiere movimenti bruschi può aumentare la sensazione di dolore, ma anche rimanere completamente rigidi non farà bene al tuo collo. L’ideale, quindi, sarebbe eseguire degli esercizi lentamente, per riuscire a ridurre l’infiammazione.

Come sfiammare i nervi del collo?

E a proposito di infiammazione al collo, è possibile assumere dei farmaci per combattere questo problema e “sfiammare” i nervi del collo? La risposta è si.

Durante la fase acuta, i farmaci antinfiammatori – come ad esempio l’ibuprofene – potrebbero aiutarti a ridurre il dolore e il disagio.

Nell’immediato, per ridurre il dolore è possibile fare ricorso anche ai farmaci miorilassanti, utili per sciogliere le contratture e ridurre la rigidità. Questi farmaci, però, non possono essere assunti per un lungo periodo di tempo, per cui sarà opportuno valutarne l’impiego in accordo con il proprio medico o fisioterapista.

Che pomata usare per il torcicollo?

Per alleviare il dolore e la rigidità, sarà utile eseguire anche un delicato massaggio sulla zona interessata. Per ottimizzare l’effetto, applica una pomata apposita, come ad esempio una crema all’artiglio del diavolo o a base di Arnica Montana. In farmacia, potresti chiedere anche pomate più specifiche, come ad esempio il Voltaren Emulgel, indicato in caso di dolori cervicali, torcicollo e altri disturbi.

Massaggia la pomata più volte al giorno (rispetta il dosaggio consigliato sulla confezione del prodotto), eseguendo movimenti delicati sulla zona del collo, sulle spalle e sulla nuca.

Oltre alle pomate, anche il cosiddetto kinesio taping (con l’applicazione di specifiche fasce o bande elastiche) può aiutare a sciogliere la rigidità e alleviare il dolore. I cerotti (o fasce) dovranno essere applicati da persone esperte, in modo da ottenere l’effetto necessario.

Come sbloccare il collo da soli?

Come curare il torcicollo in 10 secondi
Fonte: Pixabay

Pomate, gel, taping e massaggi sono degli ottimi rimedi per sbloccare il collo, ma esistono dei trattamenti fai da te che non richiedano l’utilizzo di farmaci o il consulto di uno specialista? Insomma, nell’immediato cosa possiamo fare per sbloccare il collo e ridurre il dolore? Di seguito potrai trovare alcune strategie utili per combattere il torcicollo.

Se il dolore dovesse essere persistente o troppo intenso, o qualora dovesse manifestarsi con una certa frequenza, non esitare a consultare il medico o un fisioterapista, per approfondire il problema e individuare le possibili cause e i trattamenti più adatti.

Torcicollo, rimedi della nonna immediati

Per ridurre e prevenire il mal di collo, le nonne consiglierebbero di eseguire dei movimenti lenti e ben controllati. Evita i movimenti improvvisi, ma evita anche la totale immobilità. Per ridurre il dolore, prova a eseguire alcuni esercizi di stretching per allungare il collo. Eccone alcuni che potresti eseguire a casa:

  • Muovere lentamente la testa verso destra e verso sinistra
  • Flettere il capo da un lato e dall’altro, cercando di avvicinare il più possibile l’orecchio alla spalla
  • Eseguire un movimento di mobilizzazione cervicale con la testa, facendo in modo di avvicinare il mento al torace.

La scelta del cuscino

Dormire senza cuscino, o quantomeno utilizzarne uno progettato per il corretto sostegno del collo, è un altro consiglio che ti darebbe tua nonna.

Inoltre, sarà molto meglio evitare di dormire a pancia in giù, poiché questa posizione non farebbe che aggravare il problema. In generale, prendi la buona abitudine di evitare questa posizione quando dormi, in quanto si tratta di una postura che favorisce lo sviluppo di fastidiosi dolori cervicali.

Torcicollo: impacchi caldi o freddi?

Per curare il torcicollo, meglio il caldo o il freddo? Insomma, dovremmo preparare una borsa dell’acqua calda o prendere dei piselli congelati dal freezer? La risposta è semplice: durante le prime 48-72 ore, può essere utile applicare degli impacchi freddi sulla zona interessata.

Dopodiché, potrai applicare una fonte di calore. Non servirà acquistare necessariamente dei costosi cerotti riscaldanti per cervicale. Ti basterà infatti fare una doccia calda o applicare un normale impacco con una borsa di acqua tiepida sulla zona. Il dolore tenderà ad alleviarsi grazie all’azione rilassante esercitata dal calore.

Curare il torcicollo con un asciugamano si può?

Fonte: Pixabay

E a proposito di impacchi caldi, hai mai sentito parlare del rimedio dell’asciugamano contro il mal di collo? Quasi certamente si. Del resto, si tratta di uno dei rimedi più diffusi.

In poche parole, per sciogliere la tensione muscolare e alleviare il dolore sarà sufficiente riscaldare un asciugamani, arrotolarlo e sdraiarsi a letto sulla schiena. Quindi, posiziona l’asciugamano nella zona del collo, e rilassa il corpo. Tensione e dolore dovrebbero scivolare via in poco tempo.

11 consigli per curare il torcicollo in soli 10 secondi

A questo punto, tiriamo le somme e vediamo come curare il torcicollo in 10 secondi. Va bene, probabilmente servirà qualche secondo in più, ma in pochissimo tempo riuscirai davvero a ridurre il dolore.

  1. Evitare di rimanere immobili per troppo tempo
  2. Non compiere movimenti bruschi e improvvisi
  3. Eseguire degli esercizi di stretching e di allungamento per il collo
  4. Migliorare la postura
  5. Eseguire dei massaggi con una pomata o con una crema contro i dolori muscolari
  6. Scegliere il cuscino adatto
  7. Non dormire a pancia in giù
  8. Applicare impacchi caldi o freddi sulla zona interessata
  9. Provare il metodo dell’asciugamano contro il torcicollo
  10. Assumere farmaci antinfiammatori o miorilassanti per alleviare il dolore
  11. Consultare il medico curante o uno specialista.

Se il dolore non dovesse ridursi, e qualora dovesse compromettere la qualità della vita quotidiana, parlane con il medico o con un fisioterapista. Il torcicollo potrebbe essere indice di un problema che interessa la colonna vertebrale, per cui i rimedi fai da te potrebbero alleviare temporaneamente il dolore, ma non saranno sufficienti per prevenire ulteriori episodi in futuro.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

14 novembre, Giornata mondiale del diabete
Terapie e Cure

Oggi, 14 novembre, ricorre la Giornata mondiale del diabete 2022: il tema dell’iniziativa, la sua origine e gli eventi in programma nelle piazze italiane.