Benessereblog Salute Corpo Colite nervosa, ecco la giusta alimentazione da seguire

Colite nervosa, ecco la giusta alimentazione da seguire

L'alimentazione per combattere la colite nervosa: una dieta ricca di fibre e almeno due litri di acqua al giorno, cereali integrali e frutta e verdura di stagione... e un piccolo aiuto erboristico dall'olio essenziale di menta piperita

Colite nervosa, ecco la giusta alimentazione da seguire

La colite nervosa è una particolare forma di colite che insorge in condizioni di stress e ansia psicofisica. La medicina psicosomatica e le credenze popolari non sbagliano in questo campo: in particolari momenti di irritazione, nervosismo, rabbia o emozioni forti, è la zona della pancia risentirne di più, perché gli sbalzi umorali si riflettono sull’attività di stomaco e intestino.

La colite nervosa è l’espressione massima di questa condizione di ansia. Già individuando il problema che genera lo stress è possibile ottenere dei significativi miglioramenti; ma l’aiuto migliore, oltre al cercare di rilassarsi, viene come sempre dalla dieta.

Per distendere le pareti intestinali e favorire la digestione, il consiglio è quello di seguire un’alimentazione ricca di acqua (almeno due litri al giorno) e privilegiare le fibre contenute in frutta e verdura di stagione, cereali integrali e probiotici che riequilibrano la flora batterica intestinale.

Sostanzialmente, i vegetali più indicati sono carote, patate, carciofi, cavoli, cetrioli, mele, mirtilli, finocchi; di aiuto è anche l’olio di menta piperita, dalla forte azione rilassante e digestiva, e l’assunzione di tavolette di lievito (si trovano anche in erboristeria) che svolgono un’azione riequilibrante.

Via | Lillanatura, Tantasalute
Foto | Flickr

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Carbone vegetale, a cosa serve
Corpo

Da rimedio anti-gonfiore, il carbone vegetale è oggi diventato un ingrediente per pane, maschere di bellezza e dentifrici: questo rimedio naturale è conosciuto da molto tempo come trattamento per ridurre il gas intestinale, ma il carbone vegetale può essere usato anche per trattare intossicazioni e altri disturbi. Il rimedio va assunto per non più di 7 giorni e solo in casi particolari.