Benessereblog Salute Terapie e Cure Colesterolo cattivo, se troppo bassa aumenta il rischio ictus

Colesterolo cattivo, se troppo bassa aumenta il rischio ictus

Colesterolo cattivo, se troppo bassa aumenta il rischio ictus

Tenere controllato il colesterolo cattivo è molto importante. LDL non deve superare il livello nel sangue di 200 mg/dl. A differenza di quanto però si è sempre sostenuto, non deve neanche essere troppo basso. Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Neurology che ha coinvolto oltre 96 mila individui il cui stato di salute è stato monitorato lungo un periodo di nove anni, con misurazioni annuali del colesterolo nel sangue, quando LDL è eccessivamente basso è collegato a un maggior rischio di ictus (di tipo emorragico).

Lo studio è stato condotto da Xiang Gao, dell’Università della Pennsylvania in collaborazione con la Harvard Medical School di Boston. Solo pochi mesi fa uno studio analogo ma solo su donne aveva puntato i riflettori su livelli troppo bassi di colesterolo cattivo, legandoli a rischio di ictus emorragico, quando cioè un vaso sanguigno nel cervello ‘scoppia’ dando luogo a una emorragia. Quando è troppo basso? Se scende sotto i 70 milligrammi per decilitro di sangue può anche raddoppiare il rischio di ictus emorragico.

È importante quindi mirare a un controllo del colesterolo adeguato, evitando di scendere sotto i 79 milligrammi, specie per chi è già di per sé a rischio di ictus emorragico. Si ricorda che il colesterolo cattivo LDL è considerato un nemico del cuore e più in generale della salute cardiovascolare: quando è troppo alto si lega a rischio infarto e ictus (ischemico, quando un vaso sanguigno nel cervello si blocca).

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social