Benessereblog Bellezza Chirurgia plastica o estetica avanzata? Differenze, novità e tendenze

Chirurgia plastica o estetica avanzata? Differenze, novità e tendenze

Chirurgia plastica o estetica avanzata? Differenze, novità e tendenze

Per estetica avanzata si intendono tutti quei trattamenti estetici che si avvalgono di tecnologie e macchinari all’avanguardia che consentono di avere risultati veloci e allo stesso tempo duraturi. Può utilizzare energia meccanica, termica ed elettromagnetica. Questo permette, quando la situazione lo rende possibile, di evitare l’invasività di interventi chirurgici cercando di ottenere risultati con metodiche alternative alla chirurgia. Ciò si è reso possibile grazie alla crescita negli ultimi anni delle tecnologie che hanno creato una netta differenza tra le tecniche estetiche tradizionali e quelle avanzate. Ci sono interventi di chirurgia plastica, come la mastoplastica additiva, che non hanno dei corrispondenti nell’estetica avanzata che permettano di evitare l’operazione con risultati simili. Ce ne sono altri, invece, come la liposuzione che stanno cedendo sempre di più il passo alle alternative non invasive.

Chirurgia plastica ed estetica avanzata: due approcci differenti

Ci sono molte differenze tra medicina estetica avanzata e chirurgia estetica anche se il fine ultimo dei due approcci è quello di ottenere buoni risultati rispetto alle aspettative di “bellezza” che possano restituire benessere psicofisico alle persone.

Il termine estetica accomuna entrambe le discipline, ma ovviamente il modo di intervenire e le tecniche utilizzate, sono molto diverse.

L’estetica avanzata si avvale soprattutto di tecniche poco invasive che spesso devono essere ripetute nel tempo per il mantenimento dei risultati.

La chirurgia plastica/estetica invece è decisamente più invasiva e risolve problemi di natura più grave, modificando o eliminando in maniera definitiva gli inestetismi e i difetti in modo immediato. Ovviamente necessita di un’anestesia e quindi di un ricovero e, naturalmente, di un post operatorio.

Le tecniche di estetica avanzata sono i trattamenti laser, la radiofrequenza ablativa e non ablativa, la cavitazione, la criolipolisi, dermogenesi, microneedling, laser terapia… ecc.

Pur essendo molto diverse le due tecniche talvolta possono essere complementari, infatti gli interventi generalmente vengono fatti separatamente ma in alcuni casi per ottenere risultati migliori possono essere integrate.

Gli interventi più richiesti di chirurgia plastica

La chirurgia plastica è in continua evoluzione e sempre alla ricerca del miglior risultato possibile con rischi sempre più contenuti.
Per questo motivo sempre più persone si rivolgono al chirurgo plastico per migliorare il proprio aspetto o per correggere alcuni difetti o inestetismi.

I 5 interventi di chirurgia plastica più richiesti sono:

Mastoplastica additiva

Questo è in assoluto l’intervento più richiesto in Italia dove, la maggior parte delle donne desidera un seno bello, sodo ed in totale armonia con il proprio fisico. Negli ultimi anni è cresciuto anche il desiderio di avere un seno più grande, a volte anche di due o tre taglie. Per questi motivi l’intervento di Mastoplastica Additiva è il più eseguito.

Blefaroplastica

Interviene sulla pelle in eccesso che si forma sulle palpebre superiori ed inferiori e sulle borse, restituendo al viso un aspetto più giovane e fresco.

Rinoplastica

Ha lo scopo di correggere difetti e inestetismi del naso o intervenire su aspetti funzionali ridando al profilo un aspetto più armonioso.

Liposcultura

Rimodella la linea del corpo. Scolpisce il fisico rimuovendo le adiposità localizzate iniettandole poi in aree più svuotate per dare nuova forma al corpo.

Liposuzione

L’intervento di chirurgia estetica richiesto sia dalle donne che dagli uomini che vogliono eliminare il grasso in eccesso. Interviene sugli accumuli di adipe per eliminarli e restituire al corpo un aspetto più gradevole.

Trend in ascesa nella chirurgia plastica

La chirurgia plastica è un trend decisamente in salita che nemmeno il lockdown e le restrizioni hanno fermato. Le persone sono sempre più attente alla cura della propria persona e al proprio aspetto estetico.
Interventi e ritocchi sono ormai decisamente “sdoganati” e il ricorso alla chirurgia estetica è sempre in aumento anche grazie agli elevati standard di sicurezza e alle tecniche sempre più innovative.
Il bacino d’utenza è sempre più ampio, anche gli uomini non hanno più pregiudizi nel chiedere aiuto alla chirurgia plastica per migliorare il proprio aspetto o combattere i segni del tempo.
Anche le nuove generazioni, sia millennials che generazione Z per il loro benessere psico-fisico si rivolgono sempre più frequentemente ad interventi estetici e i chirurghi sono molto attenti a queste fasce di età a cui propongono interventi mirati in modo molto prudente.

Tendenze nella Medicina Estetica

Come già detto il settore dell’estetica non ha subito nessuna flessione neanche a causa del Covid. Anzi probabilmente il lavoro in smart working le riunioni online, hanno spinto le persone ad una maggiore attenzione al proprio aspetto. Guardare il proprio viso durante queste videochiamate ha messo forse in evidenza inestetismi ai quali prima non si dava molta importanza.
Ci si rivolge alla medicina estetica con sempre maggiore fiducia. I protocolli e le tecniche sono sempre più all’avanguardia e gli approcci poco invasivi, i prodotti bio compatibili e i risultati naturali e in armonia con la persona.

I trattamenti a cui si ricorre più frequentemente sono:

  • Ringiovanimento del viso;
  • Filler alle labbra per aumentarne volume e definizione;
  • Rinofiller per correggere piccoli inestetismi del profilo;
  • Trattamenti per migliorare la qualità della pelle;
  • Tossina botulinica per distendere le rughe e rinfrescare il viso;
  • I filler con acido ialuronico che “riempiono” e stimolano la produzione fisiologica di collagene.

Il successo della medicina estetica è legato a trattamenti non invasivi che garantiscono la naturalezza dei risultati anche attraverso l’uso di prodotti biocompatibili e riassorbibili, riuscendo così a soddisfare le richieste e le esigenze di una fascia d’età sempre più ampia.

Trattamenti non invasivi: quanto durano e quanto costano

Come detto sopra i trattamenti non invasivi sono moltissimi, sia per quanto riguarda l’estetica del viso sia per quella del corpo.
La loro durata quindi varia in base al tipo di trattamento. Sicuramente nel corso del tempo hanno raggiunto risultati sempre più brillanti e sempre più duraturi.
Ci sono interventi di lifting non invasivo che possono durare circa due anni. Altri trattamenti con il laser possono durare dai 6 ai 12 mesi e vanno ripetuti.
Un trattamento col botox può durare circa 6 mesi, un filler con acido ialuronico può arrivare fino a 12 mesi. Un trattamento biorivitalizzante dopo un ciclo completo va ripetuto dopo 6 mesi.
La durata di un rinofiller va dagli 8 ai 12 mesi.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare