Benessereblog Alimentazione Caffè in gravidanza, berne troppo aumenta il rischio obesità nei bambini

Caffè in gravidanza, berne troppo aumenta il rischio obesità nei bambini

Caffè in gravidanza, berne troppo aumenta il rischio obesità nei bambini

Il caffè in gravidanza non è vietato, ma bisogna berlo con moderazione. Secondo una nuova ricerca, cui stanno lavorando i Centri di ricerca francesi, svedesi e norvegesi e che su questo hanno pubblicato un loro lavoro sul British Medical Journal, consumare caffè in gravidanza aumenta il rischio obesità nei bambini

Non è stato ancora chiaramente dimostrato se la caffeina sia la causa diretta del sovrappeso, ma la relazione, da sola, ha spinto i ricercatori a incoraggiare una maggiore cautela nel berlo in gravidanza.

Durante lo studio sono state coinvolte quasi 51mila donne incinte. Quali sono stati i risultati? I bambini nati da madri che hanno consumato caffeina durante la gravidanza hanno avuto un rischio maggiore di essere sovrappeso in età prescolare e scolare. A cinque anni la percentuale di bambini in sovrappeso o obesi era maggiore del 5% nel gruppo le cui madri avevano il più alto consumo di caffeina.

Indicativamente le donne in attesa non dovrebbero consumare più di 300 milligrammi di caffeina al giorno, equivalenti a tre tazze di caffè da 1,5 dl ciascuna o sei tazze di tè nero da 2 dl ciascuna. Diciamo la verità: bere più di tre caffè al giorno non va bene a prescindere dallo stato interessante. Come sempre, la moderazione è sempre la strada migliore, motivo in più durante i nove mesi.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare