Benessereblog Salute Bambini, la musica aiuta a imparare a parlare

Bambini, la musica aiuta a imparare a parlare

Bambini, la musica aiuta a imparare a parlare

Bambini – La musica può aiutare i bambini a sviluppare diverse competenze, e può anche aiutarli a imparare a parlare, secondo quanto emerge da un nuovo studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences e condotto dai membri della University of Washington, i quali hanno esaminato gli effetti della formazione musicale precoce su un campione di bambini di circa 9 mesi di età. Per condurre la loro ricerca, gli esperti hanno fatto ascoltare della musica (a tempo di valzer) a un gruppo di 20 bambini, mentre a un gruppo di controllo composto da 19 bambini è stato permesso di giocare con dei giocattoli “non musicali” (come camion o macchine giocattolo e così via).

I bambini del primo gruppo hanno partecipato a 12 sessioni, ciascuna della durata di 15 minuti, per un periodo di 4 settimane, durante le quali i piccoli sono stati incoraggiati e aiutati a battere il tempo al ritmo della musica. I bambini del gruppo di controllo hanno invece giocato con le macchinine, blocchi e altri oggetti che hanno richiesto movimenti coordinati ma senza musica.

Dopo il periodo di studio, il team ha utilizzato la magnetoencefalografia (MEG) per misurare le risposte neurali nei neonati, e durante le registrazioni MEG, i bambini hanno ascoltato dei suoni o delle parole che comprendevano delle interruzioni. Ebbene, nell’udire tali stimoli, rispetto ai bambini del gruppo di controllo, quelli del gruppo che prevedeva una formazione musicale avrebbero presentato una maggiore attività neurale nelle regioni corticali uditive e prefrontali, importanti per capacità cognitive come l’attenzione e la rilevazione dei modelli.

Questo suggerisce che la partecipazione alle sessioni di gioco che comprendevano la musica, avrebbe migliorato la capacità dei neonati di rilevare i modelli nei suoni e di riconoscere il ritmo delle parole.

via | ScienceDaily

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social