Benessereblog Salute Bambini: ecco perché l’ora della nanna è così importante

Bambini: ecco perché l’ora della nanna è così importante

Uno studio spiega perché è importante che i bambini vadano a dormire presto.

Bambini: ecco perché l’ora della nanna è così importante

I bambini dovrebbero andare a dormire presto per essere ben riposati il giorno dopo. Ma non solo. Un nuovo studio condotto dai membri dell’University Hospital of Zurich avrebbe infatti rivelato che la privazione del sonno potrebbe danneggiare lo sviluppo del cervello dei bambini. Per giungere a tale conclusione, gli autori dello studio – pubblicato su Frontiers in Human Neuroscience – hanno esaminato mediante scansioni cerebrali gli effetti della privazione del sonno su un campione di 13 bambini di età compresa tra 5 e 12 anni, ed avrebbero constatato che il processo del sonno può essere coinvolto nello sviluppo del cervello durante l’infanzia.

In particolare, gli esperti avrebbero trovato danni significativi alle regioni cerebrali responsabili dei movimenti programmati, del ragionamento spaziale e dell’attenzione nei bambini che erano andati a dormire più tardi rispetto al consueto orario. Tali effetti potrebbero non essere visibili immediatamente, ma potrebbero avere delle ripercussioni durature.

Ulteriori studi dovranno essere condotti prima di trarre qualsiasi conclusione su come un sonno insufficiente possa colpire i processi a lungo termine dello sviluppo del cervello, ma per ora lo studio suggerisce che andare a letto troppo tardi potrebbe avere un impatto da non sottovalutare sullo sviluppo del cervello dei bambini.

via | Abc7ny.com

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Pleurite: i sintomi da riconoscere subito
Malattie

La pleurite è un’infiammazione della pleura, una sottile membrana che riveste la cavità toracica e i polmoni. I sintomi più comuni sono dolore al petto, che può peggiorare con la tosse o con la respirazione profonda, e difficoltà respiratorie. Altri sintomi possono includere febbre, sudorazione notturna ed affaticamento. La pleurite può essere causata da un’infezione, come la polmonite, o da una malattia autoimmune. Alla comparsa dei primi segnali è opportuno contattare immediatamente il medico.