Benessereblog Benessere Dormire bene Avere sempre sonno: le vere cause della sonnolenza e come risolverla

Avere sempre sonno: le vere cause della sonnolenza e come risolverla

Avere sempre sonno: le vere cause della sonnolenza e come risolverla

Fonte immagine: Foto di Wokandapix da Pixabay

Ti è mai capitato di avere sempre sonno apparentemente senza alcuna ragione? La sonnolenza diurna è un problema comune e molto fastidioso. Questa condizione può essere provocata da numerosi fattori, ad esempio da un problema di insonnia notturna, o anche da patologie sottostanti come diabete, apnea del sonno e dall’assunzione di alcuni farmaci.

Ma esattamente cosa significa avere sempre sonno e stanchezza? E quali fattori aumentano il rischio di soffrire di questo disturbo in grado di compromettere la qualità della nostra vita?

Se soffri di sonnolenza diurna, molto probabilmente avvertirai spesso una sensazione di pesantezza agli occhi e un eccessivo torpore nel corso della giornata. Forse ti sarà capitato di addormentarti sul posto di lavoro o sui banchi di scuola, e più che comprensibilmente ti sarà balenata per la mente una domanda ben precisa, e cioè: “perché ho sempre sonno?

In questo articolo vedremo quali sono i sintomi, le cause e i rimedi per combattere l’eccessivo sonno durante il giorno, e scopriremo anche quando è il caso di preoccuparsi e in che modo prevenire questo problema.

Sonnolenza diurna: i sintomi più frequenti

Oltre alla ben nota sensazione di sonnolenza, se soffri di questo problema tenderai a sbadigliare frequentemente, sentirai le palpebre pesanti e avvertirai stanchezza fisica e difficoltà nel condurre le più normali attività quotidiane.

Questo problema – noto anche con il nome di “eccessiva sonnolenza diurna” (o EDS, excessive daytime sleepiness) in realtà non è una malattia di per sé, ma potrebbe essere il sintomo di altre patologie sottostanti. Avere sempre sonno può infatti essere dovuto a cause differenti, che vanno da quelle fisiche a quelle psicologiche. Ad esempio, a scatenare la sensazione di costante stanchezza potrebbe essere un’eccessiva privazione del sonno o una fastidiosa apnea notturna, o anche problemi come depressione e ansia.

Avere sempre sonno: le cause fisiche

Abbiamo visto che la sonnolenza può essere causata da una privazione del sonno, ma questo non è il solo fattore a entrare in giorno. Vediamo quali sono le altre possibili cause da non sottovalutare.

  • Artrite: una malattia infiammatoria che colpisce le articolazioni
  • Alcuni tipi di tumori
  • Episodi notturni di epilessia
  • Anemia, una condizione che può causare stanchezza, battiti cardiaci alterati, sensazione di vertigini, sonnolenza, problemi cognitivi e altri sintomi
  • Apnea notturna, una condizione che causa il blocco del respiro per alcuni secondi durante il sonno
  • Bruxismo, ovvero la tendenza a stringere o digrignare i denti sia durante il giorno che la notte
  • Cirrosi epatica: una grave malattia che colpisce il fegato e che provoca altri sintomi come inappetenza, gonfiore, affaticamento ed emorragie
  • Gastrite e reflusso gastroesofageo
  • Influenza
  • Insufficienza renale
  • Ipotiroidismo, una malattia che si verifica quando la tiroide non produce sufficienti ormoni tiroidei
  • Celiachia: spesso i pazienti intolleranti al glutine o celiaci possono manifestare, come primo sintomo, una sensazione di stanchezza e sonnolenza cronica
  • Morbo di Parkinson, una delle malattie neurodegenerative più diffuse insieme al Morbo di Alzheimer
  • Sclerosi multipla, una malattia cronica che colpisce il sistema nervoso centrale, e che può causare – fra i sintomi caratteristici – anche un forte senso di affaticamento e sonnolenza diurna
  • Sindrome delle gambe senza riposo, una condizione che causa un forte bisogno di muovere le gambe anche durante la notte, e che può compromettere seriamente la qualità del sonno notturno, causando quindi sonnolenza durante il giorno.

Le cause psicologiche

Fonte: Foto di Free-Photos da Pixabay

Avere sempre sonno e stanchezza può essere anche sintomo di disturbi psicologici o che colpiscono il cervello. La maggior parte dei pazienti con disturbi mentali gravi può manifestare anche sintomi come insonnia o ipersonnia. Questo problema riguarda circa l’80% dei soggetti psichiatrici.

Inoltre, fra le possibili cause della sonnolenza rientrano anche condizioni e patologie come:

  • Narcolessia , condizione neurologica in cui il cervello non riesce a regolare il ciclo sonno-veglia
  • Demenza, ovvero un declino delle facoltà mentali che influenza la vita quotidiana del paziente sotto ogni suo aspetto
  • Disturbi del ritmo circadiano, vale a dire un’alterazione del ciclo sonno-veglia
  • ADHD o disturbo da deficit di attenzione/iperattività, un disturbo che influenza le capacità di autocontrollo del soggetto
  • Sindrome da affaticamento cronico: una condizione caratterizzata da forte stanchezza, dolori muscolari e articolari.

Farmaci che danno sonnolenza

Infine, anche l’assunzione di alcuni tipi di farmaci può causare una sensazione di sonno diurno. Fra questi rientrano sedativi, antidepressivi, antidolorifici, antispastici intestinali, anticonvulsivanti e antistaminici.

In tal caso, ovvero qualora tu stessi assumendo alcuni di questi farmaci nell’ambito di un preciso quadro terapeutico, non interromperne l’assunzione senza prima averne parlato con il tuo medico. Quest’ultimo potrà infatti indicarti dei trattamenti e dei farmaci più adatti alle tue esigenze, in modo da evitare questo fastidioso effetto collaterale.

Se hai da poco interrotto un trattamento farmacologico, anche l’astinenza dal farmaco in questione potrebbe provocare una sensazione di sonnolenza. Anche in questo caso, parlane con il tuo medico per individuare i rimedi più idonei.

Avere sempre sonno: quando è il caso di preoccuparsi?

Come puoi notare, alcune malattie che causano sonnolenza diurna possono essere anche molto gravi. In generale, una sensazione di sonno improvviso o perenne non dovrebbe essere sottovalutata. Potrebbe trattarsi infatti di un campanello d’allarme che ti dice che dovresti dormire di più e meglio, ma potrebbe anche rappresentare un sintomo di qualcosa di più grave.

Se questo disturbo dovesse presentarsi molte volte in maniera particolarmente invalidante, arrivando a compromettere le tue giornate, allora sarà il caso di rivolgersi al medico per comprenderne la causa, specialmente se a questo problema si associano altri sintomi che potrebbero destare preoccupazione.

Cosa fare per combattere la sonnolenza diurna?

C’è chi fa ricorso a sostanze eccitanti per fare una ricarica di energia e per combattere la sonnolenza, e c’è chi invece opta per un pisolino pomeridiano. Se il problema dovesse essere causato da patologie sottostanti o da un’effettiva e cronica carenza di sonno, neanche una tazzina di caffè o un sonnellino potrebbero però risolverlo.

Ma a questo punto, cosa fare se si ha sempre sonno? Il trattamento dipende in larga parte dalle cause che hanno scatenato il problema.

Se a provocare il disturbo è una mancanza di sonno, sarà sufficiente (e importante) migliorare la propria routine serale, andando a dormire e svegliandosi più o meno alla stessa ora ogni giorno, e mettendo in pratica le regole per una corretta igiene del sonno. Se hai sempre sonno, infatti, potresti non aver seguito tutte le regole per poter dormire tranquillamente durante la notte: per questo di giorno sei sempre stanco. Grande attenzione alla temperatura della camera, all’assenza di luce o di apparecchi elettronici che possono disturbarci, ma anche alla scelta di materassi e cuscini per dormire bene: scopri le soluzioni migliori per garantire il perfetto riposo ogni notte, così da avere le giuste energie durante il giorno.

Eventuali cause patologiche richiederanno invece un intervento mirato. In tal caso bisognerà consultare il medico o lo specialista per identificare il trattamento più idoneo.

Avere sempre sonno: ecco cosa dovresti sapere

Avere sempre sonno
Fonte: Foto di Engin Akyurt da Pixabay

L’eccessiva sonnolenza diurna è un problema che accomuna moltissime condizioni e patologie, alcune delle quali sono innocue, mentre altre sono più gravi. In primo luogo, la sensazione costante di sonno e stanchezza potrebbe essere causata da una scorretta igiene del sonno. Se tendi a dedicare poche ore a notte al corretto riposo, non c’è da sorprendersi se durante la giornata senti di avere gli occhi pesanti e la mente annebbiata.

Tuttavia, anche altri fattori possono provocare questa serie di sensazioni. Nello specifico, si parla di cause di tipo fisico e di cause psicologiche. Fra le prime rientrano ad esempio malattie come il diabete, l’ipotiroidismo, la sindrome delle gambe senza riposo, le apnee notturne e altre possibili patologie sottostanti. Da un punto di vista psicologico, condizioni come la depressione, l’ansia e alcune malattie neurologiche possono provocare un’inspiegabile sensazione di sonno al mattino o al pomeriggio.

Se soffri di sonnolenza diurna improvvisa, e se il problema dovesse compromettere il normale svolgimento delle tue attività quotidiane (come ad esempio guidare veicoli, lavorare, studiare o condurre una vita normale), parlane con il medico. Spiega quali sintomi hai avvertito e stai avvertendo, ed elenca tutti i farmaci che stai assumendo o eventuali altri sintomi che hai notato. Non tralasciare dettagli come recenti cambiamenti nello stile di vita o nel tuo stato di salute, sia a livello fisico che mentale.

Il trattamento per ridurre il disturbo dipenderà dalle cause scatenanti, per cui non sottovalutare gli altri eventuali campanelli d’allarme apparentemente innocui o non connessi a questo problema. L’importante è riuscire sempre a garantire la qualità del sonno, scoprendo trucchi e segreti per addormentarsi velocemente e dormire tutta la notte.

Seguici anche sui canali social