Benessereblog Alimentazione Artrite reumatoide, la dieta giusta per prevenirla

Artrite reumatoide, la dieta giusta per prevenirla

La dieta giusta per ridurre il rischio di artrite reumatoide è quella mediterranea, soprattutto se sei un fumatore.

Artrite reumatoide, la dieta giusta per prevenirla

L’artrite reumatoide è una condizione infiammatoria cronica autoimmune che colpisce le articolazioni. Si tratta di una malattia che può causare sintomi come forte dolore, gonfiore, una sensazione di rigidità nei movimenti e una graduale perdita della funzionalità delle articolazioni interessate. Prevenire l’insorgenza di questa malattia è chiaramente molto importante, per cui per far ciò bisognerebbe eliminare innanzitutto i possibili fattori di rischio, come il fumo ad esempio.

Svariati studi hanno infatti dimostrato che il fumo di sigaretta e in generale il consumo di tabacco è associato a un rischio significativamente più elevato di sviluppare l’artrite reumatoide. La buona notizia è che, per i fumatori e per gli ex fumatori, è particolarmente ricca di olio d’oliva, cereali (preferibilmente integrali), frutta, verdura, pesce e da una moderata assunzione di latticini, carne e vino. Si predilige anche l’uso di spezie ed erbe al posto del sale.

Ma tornando al rischio di soffrire di artrite reumatoide, per analizzare gli effetti della dieta mediterranea gli autori dello studio hanno esaminato un campione di 62.629 donne, 480 delle quali ha sviluppato la malattia.

Osservando ScienceDaily
Foto di DanaTentis da Pixabay

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Il caffè fa male ai reni?
Nutrizione

Il caffè non fa male ai reni se consumato con moderazione. L’assunzione eccessiva di caffeina, presente nel caffè e in altre bevande, può contribuire ad aumentare la pressione sanguigna, un fattore dannoso per la salute renale. Tuttavia, fino ad oggi, non ci sono prove scientifiche che suggeriscano una controindicazione al consumo moderato di caffeina (2-3 tazzine di caffè al giorno) per soggetti sani o con malattie renali. Con le dovute eccezioni in caso di anziani, bambini e non solo.