Benessereblog Alimentazione Alimentazione senza glutine: a chi sì e a chi no

Alimentazione senza glutine: a chi sì e a chi no

Alimentazione senza glutine: a chi sì e a chi no

E’ di moda il gluten-free: dalle star di Hollywood alla gente iperattenta alla linea, tutti consumano in abbondanza gli alimenti senza glutine. La convinzione generale è la seguente: il fatto che tali alimenti non contengano glutine li fa sembrare più leggeri e digeribili, e quindi, di conseguenza, si pensa possano far perdere qualche chilo.

Ma non è esattamente così. Ricordiamo che questa tipologia di alimentazione andrebbe riservata quasi esclusivamente a chi è affetto da celiachia o al massimo da una ipersensibilità al glutine. Inoltre, può essere di supporto, per tutte quelle persone che soffrono di altre allergie alimentari serie (es. alle proteine dell’uovo, ad alcuni frutti), ma anche in questi casi non è indispensabile.

Tanto meno lo diventa se si segue solo a scopo dimagrante; addirittura in alcuni di questi alimenti, per sostituire il glutine ed avere consistenze giuste, vi è un’aggiunta di grassi, che non li rende propriamente dietetici.

Via | Celiachia.org
Foto | Flickr

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Dolore al seno: tutte le possibili cause
Malattie

Quali sono le possibili cause del dolore al seno? Dal ciclo mestruale alla menopausa, scopri quali fattori causano dolore e come affrontare il problema