Benessereblog Alimentazione Airc, tornano le arance della salute 2021

Airc, tornano le arance della salute 2021

Airc, tornano le arance della salute 2021

Tornano le Arance della salute, la campagna di Fondazione Airc per raccogliere fondi destinati alla ricerca scientifica sul cancro. Dal 4 al 14 febbraio 2021, infatti, si potrà comprare una rete di arance, il cui ricavato servirà a sostenere il lavoro di più di 5mila ricercatori che cercano ogni giorno di rendere più curabili cancri e tumori, che nel 2017 hanno causato la morte di 180mila persone solo nel nostro paese.

Oggi più che mai è importante diffondere il valore della ricerca scientifica, per poter aiutare i ricercatori a trovare le cure migliori per affrontare meglio le malattie. Dal canto nostro, però, dobbiamo impegnarci a condurre uno stile di vita sano, per prevenire tali patologie: abbandonare la sedentarietà, non fumare, mangiare sano ed equilibrato, mantenere costante il peso, fare un po’ di sana attività fisica.

Airc, i Giorni della Ricerca e i cioccolatini per aiutare i ricercatori

Dove trovare le arance della salute

Quest’anno cambiano un po’ le modalità di acquisto delle arance della salute dell’AIRC, a causa della pandemia che sta sconvolgendo ancora tutto il mondo e in seguito alle restrizioni prese anche nel nostro paese per evitare la diffusione del contagio. Le arance rosse si potranno acquistare dal 4 febbraio al 14 febbraio nei supermercati che donano ad AIRC 0,50 euro per ogni reticella venduta.

Oltre a questa ci sarà la distribuzione privata, dal primo febbraio e fino ad esaurimento delle scorte, di marmellata d’arancia e miele di fiori d’arancio da parte dei volontari dei Comitati Regionali AIRC. Marmellata e miele si può acquistare anche sullo shop online della Fondazione e nei 140 istituti scolastici che partecipano al progetto Cancro io ti boccio, per promuovere nelle aule di scuola dall’1 al 5 febbraio uno stile di vita salutare e l’importanza della ricerca scientifica.

Le arance della salute possono essere un dono utile da fare e da farsi.

Foto di Moira Nazzari da Pixabay

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare