Benessereblog Salute Malattie ADHD nei bambini: la televisione non causa problemi di attenzione

ADHD nei bambini: la televisione non causa problemi di attenzione

ADHD nei bambini: la televisione non causa problemi di attenzione

La televisione non è una delle possibili cause dell’ADHD nei bambini, né provoca dei problemi di attenzione nei nostri figli. Questo è ciò che è emerso da un nuovo studio pubblicato sulla rivista Psychological Science, che in qualche modo scagiona la Tv, spesso accusata di provocare dei deficit di attenzione nei bambini piccoli.

Lo studio è stato condotto dai membri della Association for Psychological Science. Gli autori hanno condotto una revisione completa basata su ricerche precedenti, in modo da fornire una risposta chiara ai genitori di bambini con ADHD e altri problemi di attenzione.

Abbiamo scoperto che non ci sono ancora prove che la TV, di per sé, causi l’ADHD o qualsiasi tipo di problema di attenzione nei bambini. La nostra ricerca ci dice anche che è importante essere scettici nei confronti di scoperte sconvolgenti che arrivano sotto forma di “Qualcosa che tutti stanno facendo danneggia i nostri figli”. I reclami straordinari richiedono prove straordinarie,

spiegano giustamente gli autori dello studio, aggiungendo che, basandosi sulle ricerche analizzate, nella stragrande maggioranza dei casi in realtà non esiste alcun collegamento fra televisione e deficit dell’attenzione nei bambini. I pochi studi che hanno evidenziato una simile associazione, presentano – a detta degli autori – alcune caratteristiche che probabilmente non rappresenteranno il mondo reale.

Cos’è l’ADHD e come si manifesta nei bambini?

L’ADHD (o sindrome da iperattività/deficit di attenzione) è un disturbo caratterizzato da iperattività, impulsività e dall’incapacità a concentrarsi.

I bambini con questa condizione presentano sintomi come difficoltà a completare attività che richiedono concentrazione, vivacità eccessiva, tendenza a non ascoltare le parole degli altri.

I bambini con ADHD tendono a distrarsi facilmente, parlano in modo irruente e non riescono ad aspettare il loro turno. Spesso tutti questi comportamenti provocano delle difficoltà nell’apprendimento, e un conseguente più scarso rendimento scolastico.

via | ScienceDaily
Foto di press and x da Pixabay

Seguici anche sui canali social