Benessereblog Benessere Psicologia ADHD e Deficit dell’attenzione, quali sono le differenze

ADHD e Deficit dell’attenzione, quali sono le differenze

L'ADHD è noto come sindrome da deficit di attenzione e iperattività, ma esiste anche l'ADD, sindrome da deficit dell'attenzione. Scopri le differenze.

ADHD e Deficit dell’attenzione, quali sono le differenze

L’ADHD è la nota sindrome da deficit di attenzione e iperattività, un disturbo neurologico dello sviluppo che colpisce i bambini e permane negli adulti. L’ADHD è caratterizzato da disattenzione, impulsività e iperattività, ma trattandosi di una sindrome complessa, ogni soggetto può presentare una predominanza dell’una o dell’altra sfera.

In alcuni bambini infatti si osservano maggiormente i sintomi legati alla distrazione o disattenzione, mentre per altri sono più pronunciati i sintomi dell’impulsività e iperattività. L’ADD è una classificazione obsoleta della sindrome da deficit di attenzione e iperattività nella quale prevale la sfera della disattenzione e non compaiono sintomi legati all’iperattività.

Ecco le principali differenze tra ADHD e ADD; i bambini con la forma non iperattiva di ADHD o ADD presentano sintomi come:

  • facilità a distrarsi
  • difficoltà a concentrarsi
  • perdita dei dettagli
  • facile perdita di memoria
  • si annoiano facilmente
  • non riescono a organizzarsi
  • non gestiscono compiti complessi
  • sembrano non ascoltare
  • sognano ad occhi aperti
  • fanno difficoltà a seguire le istruzioni
  • non presentano iperattività
  • si muovono lentamente
  • non hanno difficoltà nelle attività lente

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Quali sono le 4 fasi del burnout
Psicologia

Il burnout è una forma di stress da lavoro correlato, che può essere cronica e persistente, una sindrome che attraversa quattro fasi: Entusiasmo idealistico, Stagnazione, Frustrazione, Disimpegno. A lungo andare i sintomi peggiorano e potremmo essere portati a pensare di non essere all’altezza e di voler lasciare quel lavoro che non segue le aspettative che avevamo all’inizio. Alla lunga può rendere la vita un inferno, meglio affidarsi a uno psicologo o uno psicoterapeuta.