Benessereblog Alimentazione Un gelato a pranzo: confessioni di un’alimentazione sbagliata

Un gelato a pranzo: confessioni di un’alimentazione sbagliata

Un gelato a pranzo: confessioni di un’alimentazione sbagliata

Fa troppo caldo per accendere i fornelli, troppo persino per alzarsi a tagliare qualche pomodoro per un’insalata, troppo per pensare di fare la fatica di masticare. E così la nostra dieta se ne va in vacanza prima di noi, perché mandiamo tutto all’aria scegliendo un gelato al posto del vero pasto, credendo che sia l’unico cibo che avremo il coraggio di mandar giù nella speranza di rinfrescarci.

I danni di questa condotta li vedremo non solo al pasto successivo, quando la fame arretrata ci farà mangiare il doppio – e spesso scegliendo peggio – a tavola, ma anche quando, finita l’estate, torneremo ad un regime alimentare più corretto.

Il corpo, registrata come carestia la fase di alimentazione a corrente alternata con gelati al posto di altro tipo di pasto, si affannerà a immagazzinare il più possibile grassi per far fronte alle successive carenze di nutrienti. E pagheremo cara l’abitudine del gelato a pranzo che adesso ci sembra tanto furba.

Foto | Flickr

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare