Benessereblog Benessere Psicologia Rimedi contro l’ansia: la soluzione è nel tuo respiro

Rimedi contro l’ansia: la soluzione è nel tuo respiro

Rimedi contro l’ansia: la soluzione è nel tuo respiro

L’ansia è un problema davvero molto spiacevole. Chi ne soffre, o chi ne ha sofferto in passato, sa bene che questa sensazione influenza in modo negativo la nostra vita. Ci spinge a fare delle rinunce (come evitare di uscire con un’amica o di svolgere una determinata azione), e ci fa vivere sempre come se da un momento all’altro dovesse accadere qualcosa di negativo o pericoloso. Su internet è possibile trovare migliaia di rimedi contro l’ansia, da quelli naturali (a base di erbe e tisane) a quelli farmacologici, che devono essere consigliati sempre e solo da un medico.

Ma se vi dicessimo che la soluzione in realtà si trova nel vostro respiro? Può sembrare semplicistico, ma per riuscire a sconfiggere questa brutta sensazione potrebbe essere utile concentrarsi sulla respirazione.

A spiegarlo è Amishi Jha, professoressa di psicologia presso l’Università di Miami, che in un’intervista rilasciata alla CNN ha illustrato una micro-pratica contro l’ansia che vi ruberà un minuto, ma che ripetuta nel tempo potrebbe alleggerire il vostro stato d’animo.

Rimedi contro l’ansia: un minuto per respirare

Il rimedio scaccia ansia che vogliamo condividere con voi si basa sulla meditazione mindfulness, una disciplina che invita tutti a focalizzarsi sul qui e ora, ovvero sul momento presente. In particolar modo, vi si chiederà di concentrarvi sul vostro respiro per 60 secondi (o anche per 5 minuti, se ne avete il tempo). Impostate un timer in modo da essere certi di dedicare questo lasso di tempo solo ed esclusivamente a voi stessi.

Mettetevi in un ambiente tranquillo dove siete certi che non verrete disturbati. Potrete stare in posizione seduta o sdraiata. Chiudete gli occhi e concentratevi sul vostro respiro. Portate l’attenzione su una delle manifestazioni del respiro, come le narici che si allargano ogni volta che inspirate l’aria, o il petto che si alza o lo stomaco che si gonfia. Quella sarà la vostra “ancora”, una manifestazione fisica alla quale prestare attenzione.

Durante la respirazione, concentratevi solo su questa manifestazione, rimanendo sul momento presente con la vostra mente. Ben presto un pensiero qualsiasi potrebbe fare capolino e distrarvi. Non fa nulla. Lasciatelo passare senza innervosirvi. Quindi, riportate l’attenzione sulla vostra ancora. Proseguite per un minuto, e quando avrete finito, riaprite gli occhi. Vi sentirete rasserenati e calmi.

Un minuto di meditazione naturalmente è un tempo minuscolo, ma pian piano potreste respirare consapevolmente (in modo “mindful”) per 5, 10 o 15 minuti al giorno. Potreste mettere in pratica questa tecnica in ogni momento della giornata, rendendola una sana abitudine quotidiana, un piccolo regalo da dedicare solo a voi stessi!

via | CNN
Foto di Alexandr Ivanov da Pixabay

Seguici anche sui canali social