Benessereblog Salute Corpo Proteggersi dal sole: a Ladispoli consulenze e check up della pelle arrivano in spiaggia

Proteggersi dal sole: a Ladispoli consulenze e check up della pelle arrivano in spiaggia

Proteggersi dal sole: a Ladispoli consulenze e check up della pelle arrivano in spiaggia

La protezione solare è importante sempre, in ogni periodo dell’anno, ma in estate creme e lozioni con un SPF adeguato sono vitali per la salute della nostra pelle. Sulle spiagge di Ladispoli, tra le più frequentate dai romani, si punta sulla sensibilizzazione e lo si fa facendo scendere in campo dermatologi esperti. Il progetto si chiama Idipoint Msh e promette di fornire consulenze e check up cutanei gratuiti in loco durante tutta l’estate.

Il dottor Sabatino Pallotta, responsabile dell’Unità operativa complessa dell’IDI di Roma, spiega le criticità dei raggi UV e dei danni che un’esposizione solare non corretta provoca. Un qualcosa che tutti dovremmo fare nostro:

Per riuscire a difendersi da un potenziale danno sulla nostra pelle è importante adottare le precauzioni giuste. Gli ultravioletti sono radiazioni foto attive e sono divise in 3 categorie UVA UVB UVC. In passato l’attenzione era soprattutto sui raggi UVB, perché responsabili di eritema, ustioni, imputati nella genesi del melanoma. Più recentemente, l’attenzione si è spostata anche sugli UVA, essendo più energici, più penetranti, in grado di raggiungere il derma, correlati al foto invecchiamento, ed ai fenomeni di foto tossicità e fotoallergia

Queste ed altre informazioni potranno essere richieste al team di medici dermatologi dell’Istituto Dermopatico dell’Immacolata, presente in spiaggia. Il servizio, che vede insieme Idi Farmaceutici e Medical Healthcare Solution, punta proprio a dare le giuste linee guida ai vacanzieri ladispolini. Non solo, anche a sciogliere eventuali dubbi sullo stato di salute della loro cute.

Proteggersi dal sole: i consigli dei dermatologi

In generale, le regole per una pelle a prova di sole sono quelle che conosciamo bene ma che, per pigrizia, spesso tendiamo a non seguire. I dermatologi della Idi però ce le vogliono ricordare:

  • Evitare l’esposizione ai raggi solari dalle 12 alle 14, lasso di tempo in cui c’è la maggiore emissione di raggi UVB
  • Ricordarsi di applicare la protezione solare anche quando il cielo è coperto, perché i raggi UV passano anche attraverso le nubi
  • Bagnare spesso la pelle con docce o tuffi: abbassare la temperatura cutanea aiuta a contrastare gli effetti degli infrarossi
  • Applicare la protezione solare ogni 2 ore, o anche più spesso in caso di bagni o eccessiva sudorazione

Come giustamente sostiene Luciano Ragni, vice presidente esecutivo di Idi Farmaceutici, il ritorno ad una vita più dinamica dopo mesi di lockdown, non deve autorizzarci ad essere superficiali in tema di protezione solare:

L’inizio di un ritorno alla normalità di vita dopo un lungo periodo di sacrificata socialità significa che, seppur con le dovute attenzioni, torniamo a muoverci, a venire in spiaggia, a prendere il sole, a vivere la normalità. Lo potremo fare con tranquillità anche seguendo le indicazioni dei medici dell’Idi. Noi come Idi Farmaceutici ci siamo per dare il nostro contributo dal punto di vista della qualità dei prodotti

Via | ANSA

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social