Ecco come diventa un panino del fast food dopo 24 anni

Ecco come diventa un panino del fast food dopo 24 anni

Ecco come diventa un panino del Mc Donald a distanza di 24 anni: l'esperimento che ha sconvolto il mondo di internet.

I panini del McDonald’s sembrano aver scoperto l’elisir della giovinezza! Per quanto possa sembrare una buona notizia, la storia che vogliamo raccontarvi vi sorprenderà di certo. Nei giorni scorsi una professoressa di scienze americana ha pubblicato un video che ha attirato l’attenzione degli utenti di tutto il mondo.

Protagonista del video è Lui, il famoso “panino del McDonald’s”, con tanto di patatine come contorno. A quanto pare la donna avrebbe acquistato il famigerato panino nel lontano 1996, ed avrebbe deciso di fare un esperimento molto particolare. Dopo averlo riposto in una scatola per le scarpe vuota, la professoressa ha deciso di conservare il panino per molti anni, 24 per l’esattezza.

Ebbene, proprio pochi giorni fa la donna ha invitato gli utenti di TikTok a dare un’occhiata al suo panino, ed ha quindi estratto il menu ancora completamente integro dalla confezione. Certo, panino e patatine non sono apparsi freschissimi, ma non c’era nessuna traccia di muffa, cosa che ci saremmo aspettati dopo 24 anni, non trovate anche voi?

La professoressa ha scherzato sul fatto che non immagina cosa potrebbe accaderle se decidesse di mangiare quel panino.

Come invecchia un panino del fast food

Questa non è la prima volta che un panino di questa famosa catena di Fast Food attira l’attenzione. In Islanda, pare che un altro panino si trovi addirittura custodito in una teca. Il panino in questione era stato venduto nel 2009, ovvero quando il McDonald’s chiuse i battenti sull’isola. Ebbene, anche questa volta, il menu si trova in perfetto stato nonostante l’età avanzata!

A rendere così longevi questi panini potrebbero essere i tanti conservati utilizzati per la loro preparazione? Probabilmente si. Nel dubbio, il consiglio che vi diamo è quello di non esagerare con il cibo dei vari fast food, e di preferire delle opzioni più salutari per proteggere la vostra salute!

Foto di Free-Photos da Pixabay

via GreenMe

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog

Tumori rari: il progetto “Accelerator Award” di Marcello Deraco