Tristezza appena svegli, come comprenderla e superarla

Tristezza appena svegli, come comprenderla e superarla

Tristezza appena svegli: le cause che non avevi considerato e i segreti efficaci per superarla e ritrovare il proprio equilibrio

Vi capita mai di avvertire una spiacevole sensazione di tristezza appena svegli? Quello della tristezza mattutina è un problema che potrebbe essere provocato da svariate cause, ma fortunatamente è possibile superarlo e ritrovare la nostra serenità e il nostro benessere.

La cosa più importante da fare è riuscire a identificare le cause che provocano la tristezza e la malinconia appena svegli, e rimboccarsi le maniche per affrontarle e superarle.

Perché mi sveglio triste?

Come abbiamo accennato, la tristezza appena svegli può essere provocata da svariati fattori. Potrebbe trattarsi di un problema da affrontare con l’aiuto del medico (ad esempio un segno di depressione o un effetto collaterale di alcuni farmaci), o di una problematica che potremo affrontare con della sana autoanalisi, che ci aiuterà a ritrovare l’equilibrio.

A scatenare la sensazione di ansia, malinconia o tristezza al risveglio possono essere fattori reali, come la morte di una persona cara, la perdita del lavoro, l’incertezza lavorativa e/o finanziaria, la paura per il futuro, problemi nelle relazioni (di coppia, familiari o fra amici). Si tratta, in tutti questi casi, di fattori che possiamo identificare chiaramente. Basta ascoltarsi e non cercare di “silenziare” i cattivi pensieri. Finirebbero comunque per fare capolino nella vostra mente nei momenti più impensati.

Di fronte a problematiche di questo tipo, possiamo cercare di cambiare il nostro approccio, magari chiedendo aiuto a uno psicologo, qualora la tristezza o la depressione dovessero persistere o aggravarsi.

Esistono però anche altri fattori che portano a svegliarsi tristi. Una depressione clinica, ad esempio, può essere accompagnata da questo particolare sintomo. Per alcune persone infatti la depressione peggiora al mattino, per poi diminuire durante le altre ore della giornata. Anche problemi del sonno possono causare un cattivo umore al risveglio. In tal caso avvertirete anche sintomi come:

  • Irritabilità
  • Sensazione di stanchezza
  • Mancanza di energie
  • Apatia
  • Angoscia appena svegli.

Tristezza appena svegli: che fare?

Ma cosa fare per smettere di svegliarsi tristi? Come abbiamo visto, la prima cosa da fare sarà identificare la possibile causa del nostro problema. Se pensate che possa trattarsi di un sintomo di depressione, sarà opportuno consultare uno psicologo, al quale potrete spiegare il vostro stato d’animo, in modo da trovare la giusta strada per riportare la serenità nella vostra vita.

In generale potrebbe essere utile parlare con il proprio medico e – soprattutto – prendersi cura della propria salute. Prestate particolare attenzione all’igiene del sonno (qui troverete molti consigli utili per dormire bene). Seguite un’alimentazione sana e mantenetevi attivi (si, anche e soprattutto in quarantena). Ricordate che salute fisica e salute mentale viaggiano fianco a fianco.

Chiedete inoltre al medico o al farmacista delle informazioni sui farmaci che state assumendo. Alcune interazioni farmacologiche potrebbero infatti causare il problema della tristezza al mattino.

Infine, non perdete mai la speranza. Certi giorni è normale sentirsi tristi. E sapete? Certe volte va anche bene così. Va bene essere tristi. Pian piano però riprenderete in mano la vostra vita, e il mondo all’improvviso non vi sembrerà più così grigio. È solo questione di tempo e di amore verso se stessi.

Leggi anche: Le più belle frasi degli psicologi

Foto di StockSnap da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog