Lo stress in gravidanza fa male e aumenta il rischio di malattie per il bambino

Lo stress in gravidanza fa male e aumenta il rischio di malattie per il bambino

Lo stress in gravidanza fa male e aumenta il rischio di malattie anche gravi per il bambino: lo conferma questo nuovo studio

Lo stress in gravidanza fa male non solo alla mamma, ma anche e soprattutto alla salute del bambino. Lo conferma un nuovo studio dei membri dell’Università di Cincinnati, pubblicato sulla rivista scientifica Biological Psychiatry, secondo cui lo stress della futura mamma potrebbe favorire lo sviluppo di malattie nel bambino. In particolar modo, è emerso che i fattori psicosociali che provocano stress (come mancanza di aiuto da parte della famiglia, solitudine, problemi matrimoniali o un lutto) possono far mutare il DNA mitocondriale del bambino, aprendo così la strada al possibile sviluppo di malattie.

Fra le potenziali condizioni infantili collegate alla disfunzione mitocondriale, gli autori segnalano:

  • Asma
  • Obesità
  • Disturbo da deficit di attenzione
  • Iperattività
  • Autismo.

Gli esperti spiegano che quello fetale e infantile è un periodo molto delicato per lo sviluppo e la salute del bambino presente e futura.

Non ci svegliamo un giorno e soffriamo di asma o di disturbo da deficit di attenzione e iperattività. Gli effetti che derivano dai cambiamenti indotti dall’ambiente si verificano nel tempo e probabilmente iniziano durante la gestazione a livello molecolare e cellulare.

Gravidanza: il delicato rapporto fra “stress, mamma e neonato”

Per la loro ricerca, gli esperti hanno sequenziato il genoma mitocondriale ed hanno identificato delle mutazioni in 365 campioni di placenta di future mamme. Hanno quindi esaminato lo stress materno collegandolo al numero di mutazioni geniche nel genoma mitocondriale della placenta.

Dallo studio è dunque emerso che le future mamme stressate (in particolar modo quelle che devono affrontare situazioni molto difficili come aggressioni, violenza domestica, lesioni gravi, carcere, malattie e disagi familiari) mostrano nel corso del tempo un numero maggiore di mutazioni mitocondriali placentari.

Gli autori spiegano inoltre che persino lo stress prima di una gravidanza potrebbe avere un impatto sulla salute futura del bambino.

La speranza – concludono – è quella di riuscire a comprendere il motivo per cui alcuni bambini sono più vulnerabili di altri allo sviluppo di una serie di condizioni e malattie.

via | ScienceDaily
Foto di Cindy Parks da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog